• it
Sintesi dei lavori del Consiglio Nazionale del 13 febbraio 2019

Sintesi dei lavori del Consiglio Nazionale del 13 febbraio 2019

90 views
Condividi

Carissime famiglie associate, il nuovo consiglio nazionale nel corso della sua prima seduta ha deliberato che venga pubblicata una sintesi di quanto discusso e deciso nel corso dei consigli, per cui da ora in avanti potrete seguire i lavori del Consiglio Nazionale con maggiore regolarità, venendo aggiornati in maniera più chiara ed in tempi più brevi.

 

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

 

Il 13 febbraio si è riunito in videoconferenza il Consiglio Nazionale.

All’Ordine del Giorno l’incontro con l’Unità Politica e con l’Unità Rapporti con il Forum per un’analisi congiunta della situazione politica generale e delle questioni aperte sui tavoli del Governo e del Parlamento.

 

Per l’Unità Politica ha partecipato all’incontro Alessandro Soprana, al posto del Responsabile Carlo Dionedi, impossibilitato a presenziare, mentre per il Forum era presente Alfredo Caltabiano, Responsabile dell’Unità Rapporti con il Forum, nonché membro del Direttivo del Forum. Entrambi hanno auspicato una stretta collaborazione fra le due unità e anche con l’unità legale e con i “past President” Raffaella e Giuseppe Butturini.

 

RICONOSCIMENTO DEL “LAVORO DI MAMMA” A FINI PENSIONISTICI

La discussione ha spaziato su tanti argomenti di estrema attualità a partire dalla proposta del senatore Pillon sul riconoscimento del “lavoro di mamma”; in pratica 3 mesi di contributi figurativi per ogni figlio, per un massimo di un anno.
Anfn ha ritenuto il provvedimento così formulato del tutto insoddisfacente, anche rispetto ad altre proposte presentate da Mario Sberna nella sua esperienza parlamentare e hanno chiesto a Pillon di riformulare la proposta, innalzando il contributo ad almeno 3 anni per figlio. Lo stesso Pillon si è reso disponibile.

 

DELEGHE FORUM

Alfredo Caltabiano ha quindi informato il CN che il Presidente del Forum De Palo ha tenuto per sé la delega alla politica. Al nostro Alfredo, sono state date le deleghe sulla Carta Famiglia e sulla formazione a distanza dei forum regionali. Caltabiano ha sottolineato di essere comunque sempre coinvolto nelle tematiche fiscali per l’ampia conoscenza dell’argomento e per la competenza riconosciutagli da tutti nella materia.

 

CARTA FAMIGLIA

La discussione si è quindi spostata sulla “Carta Famiglia”, che finalmente sta decollando, sulla quale Forum e Anfn stanno lavorando congiuntamente. Il relativo Regolamento attuativo dovrà essere presentato entro il prossimo primo aprile.
Il CN ha auspicato che si possa intervenire presso il Dipartimento della Famiglia della Presidenza del Consiglio per collaborare alla stesura del Regolamento e per cercare di ottenere un finanziamento maggiore del progetto. Ha anche auspicato una maggiore coinvolgimento delle Amministrazioni regionali e locali per rendere più appetibile la Carta.

 

ASSEGNO UNICO ALLA FAMIGLIA

Si è quindi discusso del lavoro che sta facendo il Forum per produrre una proposta di legge sull’erogazione di un assegno unico alle Famiglie, abbandonando quindi il Fattore famiglia, ritenuto troppo complesso da spiegare e recepire.

Le linee guida dell’Assegno Unico sarebbero di non porre limiti di reddito e di considerare i figli fino all’età di 26 anni se ancora fiscalmente a carico; l’intervento partirebbe dal primo figlio e crescerebbe in funzione del numero di figli. Il Presidente Sberna e il Consiglio hanno convenuto sul fatto che la proposta dell’Assegno unico non debba ricalcare quella del disegno di legge “Lepri”, presentata nella precedente legislatura, perché in tal caso non sarebbe ricevibile da Anfn e, probabilmente, neanche dal Governo, non essendo contemplata nel “Contratto di Governo”. Il Consiglio ha anche auspicato che il Forum privilegi piuttosto  qualcosa che si agganci al tema irrinunciabile della “no tax area” che è invece espressamente contemplata nell’accordo sottoscritto dalla maggioranza di governo.

 

In conclusione il Presidente ha ringraziato Soprana e Caltabiano per quanto fatto e per quanto continuano a fare per il bene comune delle famiglie e ribadisce la ferma volontà di Anfn di essere parte attiva del Forum nonostante qualche divergenza di opinione.