• it
Seconda giornata del Festival della famiglia di Trento

Seconda giornata del Festival della famiglia di Trento

114 views
Condividi

È finita la seconda giornata del Festival della Famiglia di Trento dove oggi erano ospiti i nostri segretari Simona e Giuseppe Magistri.

Il Trentino, ancora una volta precursore nelle politiche familiari, dopo il Libro bianco
sulla famiglia del 2009, la prima legge strutturale sulla famiglia in Italia nel 2011, oggi promuove il Piano Strategico Straordinario a favore della famiglia, il piano è composto
da ben 36 punti di ulteriore interventi a favore della famiglia che si dividono in cinque macro-gruppi, spiega Luciano Malfer dirigente dell’Agenzia per la famiglia di Trento, interventi economici, interventi di conciliazione famiglia/lavoro, interventi sulla transizione verso l’età adulta, rafforzamento del sistema della qualità della vita familiare nel sistema Trentino ed infine interventi sull’associazionismo familiare.

Quest’anno l’Agenzia per la famiglia ha deciso di coinvolgere l’università per avere un contraddittorio autorevole che possa valutare con obiettività le politiche proposte e messe in atto dalla provincia di Trento, decisione coraggiosa, che dimostra un concreto interesse su come evolvere le politiche future.

I tre docenti universitari di sociologia e di economia sociale della facoltà di Sociologia di Trento, hanno commentato il piano varato venerdì scorso dal consiglio provinciale di Trento, i tre docenti hanno promosso a pieni voti il piano evidenziando positivamente il fatto che queste politiche hanno come focus il bambino e di conseguenza ricadono sulle famiglie, il Professor Gori, ponendosi come persona che legge questo piano non vivendo
in Trentino, afferma lo stupore che proverebbe nel leggere quanto si faccia in Trentino rispetto alle politiche del resto del Paese, ci rendiamo conto che così è, infatti noi continuiamo convintamente a proporre le politiche trentine con i comuni amici della famiglia ed il Network dei comuni.

Hanno chiuso gli interventi i nostri segretari Giuseppe e Simona Magistri, che hanno illustrato i rapporti che Anfn ha con l’agenzia per la famiglia di Trento ed auspicando che ora, dopo questo ulteriore passo avanti delle politiche familiari, si possa arrivare al “figlio a costo zero” ed ad “un figlio un voto”, sogno di Anfn fin dalla sua nascita; solo su un territorio come il Trentino che si pone come apripista di politiche innovative sula famiglia e natalità si potrà attuare, “noi lo sogniamo” afferma Giuseppe. Simona pone invece il tema dell’educazione orizzontale e delle soft skills che i nostri figli hanno come valore aggiunto, presentando il libro e lo studio co-condotto da Anfn sul tema.

Ora appuntamento a venerdì prossimo per l’incontro organizzato dal Forum, l’evento proporrà una riflessione sul ruolo della famiglia nel trasmettere ai figli la bellezza della famiglia e la sua centralità nel contesto sociale; saranno ospiti i nostri coordinatori Provinciali Massimo e Federica Sebastiani.

G. e S. M.