• it
Apertura lavori ottava edizione del festival della famiglia

Apertura lavori ottava edizione del festival della famiglia

63 views
Condividi

Oggi si è aperta l’ottava edizione del Festival della famiglia di Trento, il tema di questa edizione Denatalità: emergenza demografica, culturale ed economica. Quali gli impatti e quali le politiche di contrasto efficaci?”
Il Festival ci vede coinvolti come Anfn in più giornate, oggi, nella splendida cornice del Teatro Sociale di Trento si sono incontrati Politici, Studiosi e Associazioni familiari, tra i tanti ospiti la Ministra della Famiglia Elena Bonetti, il Presidente della Provincia di Trento Maurizio Fugatti, il presidente del Forum delle famiglie Gigi De Palo, e la nostra Regina Maroncelli in veste di Presidente dell’Elfac.

I vari studi illustrati dai ricercatori hanno dimostrato una chiara connessione tra crisi economica e denatalità, “anche solo la percezione di una crisi induce una diminuzione delle nascite” spiega la professoressa Comolli dell’Universitè de Lausenne, dalle analisi si riscontra che la Germania è in controtendenza rispetto ai maggiori Paesi Europei grazie ad un forte investimento sulla conciliazione famiglia\lavoro ed ad un importante riconoscimento economico alle famiglie con figli fino al diciottesimo anno di età.

Secondo Gigi De Palo, come gli antichi Romani avevano la fissazione di distruggere Cartagine, così oggi noi abbiamo la fissazione di distruggere la denatalità, perché questo avvenga c’è bisogno che tutte le forze del Paese si siedano attorno ad un tavolo e decidano insieme, ognuno nel proprio campo, quale strategia attuare, servono le imprese, le associazioni, le scuole ed anche la politica. Oggi c’è bisogno di un nuovo storytelling della famiglia, conclude De Palo, bisogna spiegare che la famiglia è bella ed i figli non si fanno per i contributi economici ma per amore, la stragrande maggioranza dei giovani sogna una famiglia con figli, aiutiamoli.

Paolo Collini, Rettore dell’università di Trento lancia l’appello a non esagerare con le politiche di conciliazione perché potrebbero non garantire tutti i componenti della famiglia.

Lauro Tisi, Arcivescovo di Trento, pone l’accento sulla solitudine culturale delle persone di oggi “gli uomini Selfie”, accanto ad un inverno demografico, dice Tisi, viviamo un inverno delle idee, siamo individui che si sentono inizio e fine, mentre ognuno di noi è il risultato della comunità che ci ha fatto diventare ciò che siamo. Oggi questi “uomini Selfie” sono soli.

La Ministra della Famiglia Elena Bonetti, esprime la convinzione che oggi le persone non sono nelle condizioni di proiettarsi nel futuro e noi siamo chiamati a liberare le scelte delle persone. Il “Family Act” vuole intervenire su questo, con dinamiche proattive sulla comunità famiglia, le donne lavoratrice sono solo il 58%, dobbiamo riconoscere alla donna il riconoscimento di essere mamma, conclude la Ministra, la società deve creare forme, spazio, tempo per crescere nella comunità.

La nostra Regina Maroncelli afferma che bisogna lavorare su tre pilastri fondamentali per la crescita demografica, economico, culturale e di servizio, l’esperienza delle nazioni che stanno investendo in politiche familiari ci dimostra che senza la contemporaneità di interventi sui 3 temi non si producono risultati sodisfacenti. Regina porta in fine l’esempio delle best practice Ungheresi:

  • Esenzione a vita dalla tassa sui redditi per tutte le donne che partoriscano e si prendano cura di almeno 4 figli;
  • Prestito a interessi ridotti di 31.500€ per le donne under-40 che si sposano per la prima volta; un terzo del debito verrà estinto alla nascita del secondo figlio, il debito verrà cancellato alla nascita del terzogenito;
  • Un programma di prestiti per famiglie con almeno due bambini per permettere loro di comprare casa;
  • Dopo la nascita del secondogenito, il governo assegnerà 3.150€ come aiuto per il mutuo e, dopo il terzo bambino, 12.580€. Ogni nuovo arrivato in famiglia permetterà alla famiglia di ricevere un assegno di oltre 3mila euro;
  • Congedo parentale per i nonni fino al terzo compleanno dei nipoti;
  • Espansione della rete di asili pubblici con la creazione di 21mila nuovi posti entro il 2022;
  • Un sussidio di 7.862€ per l’acquisto di una macchina da sette posti per le famiglie numerose;

L’intervento di Regina ha colpito molto il presidente Fugati che nel suo intervento ha riconosciuto che raggiungere le politiche Ungheresi sarebbe un sogno.

La settimana di lavori del festival è iniziata, domani ci saranno i nostri Segretari Giuseppe e Simona mentre venerdì nell’ultima giornata di lavori ci saranno Massimo e Federica Sebastiani, Coordinatori Provinciali di Trento.

 

G. e S. M.