• it
Convention comuni family friendly, un’ “epidemia” targata Anfn

Convention comuni family friendly, un’ “epidemia” targata Anfn

47 views
Condividi

E’ stata scelta Fiera di Primiero, il comune più esteso e lontano dal capoluogo per ospitare la nona convention dei comuni Family friendly del Trentino. Una splendida cornice e una bella giornata di sole per festeggiare la consegna di 10 certificazioni ad altrettanti comuni che portano a 83 le municipalità certificate nella provincia. Oggi quasi il 90% della popolazione trentina abita in territori family friendly e sono 55 quelli in fase di riconoscimento: sono i numeri di una “epidemia” che ha già varcato i confini della regione. Alla Convention erano presenti diversi rappresentanze di città e paesi interessati al processo che rende un territorio amico, accogliente e funzionale al benessere di una famiglia: da Genova, Viareggio e una nutrita rappresentanza dalla Sardegna dove Alghero costituisce un esempio di come le politiche familiari declinate in modo interassessorile con ili coinvolgimento del mondo dell’associazionismo può cambiare il volto di una comunità.

La giornata si è aperta con i saluti delle autorità locali e l’intervento del presidente della provincia Ugo Rossi che ha preannunciato due iniziative innovative destinate a dare nuovo impulso alle politiche familiari: “La nuova frontiera per noi è il legame maternità -lavoro, con il miglioramento e l’estensione delle coperture e la sicurezza per le neomamma di mantenere il posto di lavoro grazie a una serie di premialità a chi si impegna a garantirlo”. Per le famiglie che attendono un figlio, il Presidente anticipa l’istituzione di un fondo di previdenza complementare legato al nuovo nato, per offrire una disponibilità di risorse da utilizzare anche prima della pensione: “Un segnale di fiducia che potrebbe dare sicurezza alle giovani coppie che pensano al futuro dei loro figli”.
La seconda parte della mattina è stata dedicata alla presentazione del Distretto Family ospitante – la splendida Primiero-, un distretto Family Green con interessanti iniziative legate alla sostenibilità ambientale e la valorizzazione del territorio in chiave turistica familiare che ha portato alla creazione di un disciplinare per la definizione della casa vacanze family friendly. Ill microfono è quindi passato a Enrico Fontana, Direttore de la Nuova Ecologia responsabile Ufficio Economia civile di Legambiente
che ha parlato di economia sociale. Dal mondo dell’economia circolare arrivano spunti e suggerimenti interessanti che potrebbero entrare naturalmente nel perfezionamento del concetto family friendly, andando a loro volta ad essere contagiate dal benessere familiare che sottende ogni azione del protocollo trentino.
Dopo la presentazione del progetto da parte del dirigente Luciano Malfer e dei coordinatori del Network Nazionale “Comuni amici della famiglia”, Mauro e Filomena Ledda e la testimonianza delle comunità locali piccole e grandi come Genova con la neonata agenzia della famiglia”, la parte dedicata al “fuori Trentino”, ha visto l’intervento di Alessandra Viola, Coordinatore Sportello famiglia, del Forum Trentino delle Associazioni familiari che ha parlato della raccolta e comunicazione delle buone prassi- oltre 3.000 – raccolte fino ad ora. La parola d’ordine è ” Tassonomia”, ovvero l’arte di catalogare gli interventi previsti e prevedibili nei piani di Intervento, uno strumento necessario per conoscere le tante buone idee che possono semplificare e migliorare la vita di una famiglia con bambini, favorirne la nascita di nuove e consentire la semplificazione della stesura dei piani che si prevedono in aumento.
Il saluto finale è stato riservato alla Vicepresidente dell’Elfac Regina Maroncelli che ha anticipato la nascita di un network europeo di comuni family friendly e al vicepresidente Anfn Carlo Dionedi, a sottolineare la profonda assonanza tra il mondo associativo e l’iniziativa trentina: “Consideriamo questa esperienza una profezia: in un paese che ormai non investe più sul suo capitale umano e sociale più importante, il Trentino è la dimostrazione che la promozione della famiglia è un moltiplicatore di benessere, economico e sociale”.
L’appuntamento è per il 2019 a Paganella, “solo” 50 km da Trento, un appuntamento da non perdere.

In allegato il lancio di agenzia sugli interventi dei rappresentanti di Anfn e Elfac
http://www.agenziagiornalisticaopinione.it/lancio-dagenzia/pat-comuni-family-convention-a-fiera-di-primiero-il-trentino-e-il-modello-europeo-per-la-famiglia/

R.F.