• it
Sintesi dei lavori del Consiglio Nazionale del 17 aprile 2019

Sintesi dei lavori del Consiglio Nazionale del 17 aprile 2019

175 views
Condividi

Carissime famiglie associate, il nuovo consiglio nazionale nel corso della sua prima seduta ha deliberato che venga pubblicata una sintesi di quanto discusso e deciso nel corso dei consigli, per cui da ora in avanti potrete seguire i lavori del Consiglio Nazionale con maggiore regolarità, venendo aggiornati in maniera più chiara ed in tempi più brevi.

%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%%

Il 17 Aprile 2019 si è riunito in videoconferenza il Consiglio Nazionale. 

Sono stati invitati a intervenire Giovanni Gabelli per relazionare sul lavoro dell’Unità Convenzioni e Michela e Raffaello Pucci Sisti per relazionare sul lavoro sull’Unità Magazzino, unità delle quali le famiglie Gabelli e Pucci Sisti sono rispettivamente responsabili.

Dopo la rituale approvazione del verbale della seduta precedente ha inizio la discussione dell’ordine del giorno.

Incontro Unità Magazzino

Il Consiglio ha chiesto ai coniugiPucci Sistidi relazionare sullo stato dei lavori del magazzino, chiedendo cosa il Consiglio possa fare per agevolarne il lavoro.

Michela e Raffaello hanno innanzitutto informato il Consiglio sui lavori di allestimento del nuovo magazzino comunicando che tutto il materiale presente è stato già stoccato, comprese 1200 copie del libro sull’educazione orizzontale, stampato a cura dell’associazione. Michela e Raffaello hanno quindi aggiornato il CN sul contratto di locazione stipulato col Comune, chiedendo conferma del pagamento del canone per il primo anno.

Il Consiglio ha ringraziato Michela e Raffaello per il prezioso lavoro svolto e dato mandato al Tesoriere di verificare il pagamento del canone e informare i responsabili.

Incontro unità Convenzioni

Dopo il magazzino è il turno dell’Unità Convenzioni. 

Il responsabile Giovanni Gabelli ha illustrato il documento di sintesi inviato precedentemente ai Consiglieri. Spiega in particolare di avere ereditato la gestione delle convenzioni senza alcun passaggio di consegne, circostanza che ha portato a dover ricostruire ogni singola convenzione ricontrattualizzandola. Questo immane lavoro ha portato a censire 391 convenzioni di cui 55 cessate. Molte di quelle cessate purtroppo sono ancora presenti sul sito generando equivoci per le famiglie associate.

Gabelli ha quindi spiegato la difficolta dell’aggiornamento dei dati al nuovo GDPR (Regolamento europeo sulla Privacy).

E’ stato stilato ed inviato ai referenti regionali un vademecum che spiega come fare per caricare e gestire le convenzioni, mentre l’Unità continua a lavorare per avere una comunicazione sempre più efficace anche tra referenti regionali.

Gabelli ritiene che il ruolo dei GAF sia fondamentale dal momento che, spesso, le convenzioni sono proposte per i gruppi di acquisto. Purtroppo ad oggi i GAF Anfn sono presenti solo in poche regioni (Trentino, Marche, Piemonte).

Gabelli ha recuperato la casella di posta Anfn in uso ai precedenti responsabili delle convenzioni nazionali ma non vi sono state trovate comunicazioni utili per poter prendere in mano i contratti in essere.  
Ad oggi le convenzioni con le case automobilistiche sono in una faticosa fase di rinnovo; la difficoltà maggiore è quella di trovare interlocutori che abbiano seguito le vecchie contrattazioni, questo a causa del continuo turnover del personale addetto al marketing, 

Nel Lazio, inoltre, con le dimissioni delle famiglie referenti, le convenzioni non sono più seguite da nessuno, come anche in molte altre regioni.
Vi è quindi da fare un lavoro di recupero dei referenti.

Gabelli informa il CN che vi sono altre due grandi aree di lavoro: la prima è la razionalizzazione delle proposte di convenzione sul sito, con una visione a scadenza semestrale. La seconda è l’approntamento di un APP che mostri le convenzioni sfruttando la geolocalizzazione del cellulare. 

Il Consiglio, ringraziando Gabelli per l’enorme lavoro fin qui fatto, ha chiesto l’elenco dei referenti regionali e preso l’impegno di contattare tutti i CR perché si attivino a trovare famiglie referenti nelle regioni sguarnite. Riguardo all’adeguamento al GDPR, il CN ha già avviato dei contatti per la nomina del DPO. Il Presidente si è personalmente reso disponibile a ricercare documentazione e contatti relativi alle convenzioni attivate nel passato, in particolare quella con la Coop.

Partecipazione corsi per bandi europei

Il Consiglio ha deliberato di autorizzare il Segretario nazionale a iscriversi a due corsi di formazione sui bandi europei organizzati da “Sicomoro”: il primo “Come partecipare a un bando di finanziamento europeo a gestione diretta”, della durata di 2 giorni, che si terrà a Roma. Il secondo “Come scrivere un progetto europeo”della durata di 2 giorni, che si terrà a Milano. 

Considerata l’ora tarda il Consiglio ha deciso infine di rinviare ad altra seduta gli ulteriori argomenti all’ordine del giorno (Data Assemblea per modifiche statutarie; Assicurazione dei volontari; Acquisto vetrofanie da donare agli associati che rinnovano la quota).