• it
Padova – Siticibo una nuova realtà per le famiglie numerose

Padova – Siticibo una nuova realtà per le famiglie numerose

134 views
Condividi

SITICIBO: Importante Progetto del Banco Alimentare che recupera i prodotti alimentari in  prossimità di scadenza (ma assolutamente non ancora scaduti) dalla grande e piccola distribuzione e li ridistribuisce, in tempo reale, a strutture che assistono, associazioni no profit, onlus, enti caritatevoli  (legge 166 in vigore dal 14/09/2016).
Alimenti che sarebbero destinati allo smaltimento vengono invece valorizzati  e diventano un importante  contributo per il bilancio di persone e famiglie in difficoltà.

A questo progetto aderisce anche il Gruppo ALI’ spa con i suoi punti vendita  sparsi nel territorio padovano.
GRAZIE A QUESTA  FORTE COLLABORAZIONE TRA BANCO ALIMENTARE VENETO ONLUS-GRUPPO ALI’ SPA – ANFN PADOVA, IL PROGETTO SITICIBO E’ DIVENTATO REALTA’ PER LE FAMIGLIE NUMEROSE DEL TERRITORIO.

Già dai primi giorni di febbraio, SITICIBO è partito a pieno ritmo  con dieci punti vendita coinvolti, centodieci famiglie  servite a cui fanno riferimento dieci volontari che si sono impegnati, con tre prelievi settimanali  al ritiro dei  cibi freschi, freschissimi  invenduti per poi distribuirli  nel giro di qualche ora alle famiglie numerose  coinvolte.

Durante i ritiri, qualche ora prima un addetto dell’Alì sceglie i prodotti freschi da consegnare, tutto viene pesato confezionato e ”sparato”  con  una specie di pistola che legge il codice a barra. Quando un volontario si presenta  nel punto informazioni ,trova sempre un carrello stracolmo con una lista da portare via previo un controllo se tutto risulta nel carrello e nella bolla.

Una firma nelle due bolle e il ritiro è completato.

La bolla verrà mensilmente restituita timbrata al Banco Alimentare per lo sgravio dell’iva all’Ali.

Nel carrello, oltre le buste d’insalata, si possono trovare: pacchi di pasta con la busta rotta e chiusa con del nastro adesivo, confezioni di latte con il coperchio di plastica rotto, vasetti sciolti di yougurth, marmellate rovinate, confezioni di pane, biscotti, pasticcini, merende, caffè schiacciati o senza confezione, capsule di the o caffè senza imballaggio, uova con scadenze a breve, altri prodotti come farina, zucchero rovinati che non si possono vendere anche se il prodotto comunque è integro.

L’addetto al ritiro è una persona molto disponibile e gentile che si offre sempre a portare fuori il carrello e a dare una mano  a caricare il tutto nell’auto.

UN CALOROSO RINGRAZIAMENTO AL GRUPPO ALI’ AI SUOI DIRETTORI DEI PUNTI VENDITA COINVOLTI :

  • CADONEGHE con MARCO, PONTEVIGODARZERE con MATTIA, RUBANO con MATTEO, SAN GIORGIO IN BOSCO con FABIO, PIAZZOLA SUL BRENTA con MAURIZIO, VIA DEI COLLI  con MARIANO, VIA SIRACUSA ZONA SACRA FAMIGLIA con MATTEO, VIA  FORCELLINI con DEVIS, LIMENA con CHRISTIAN E PONTE DI BARBARANO VICENTINO con SANDRO

C’era un  tempo in cui tutti i prodotti non vendibili nei supermercati finivano in discarica, ma da un po’ di tempo trovano una nuova vita al di fuori dei meccanismi di mercato !

 

 

 

 

 

Nelle foto i ritiri nei vari punti vendita