• it
Asilo Nido gratuito a S. Lazzaro di Savena

Asilo Nido gratuito a S. Lazzaro di Savena

128 views
Condividi

Un altro risultato concreto del tavolo politiche famigliari tra la Regione Emilia Romagna e la Conferenza Episcopale regionale a cui partecipano sia Il Forum delle Associazioni Famigliari che Anfn.

Nella scorsa primavera la Regione aveva destinato ai Comuni somme per i servizi della fascia d’età 0-3 per il triennio 2018-2020, raccomandando di utilizzarle per l’abbattimento delle rette e per la formazione del personale. Il Comune di San Lazzaro di Savena (BO) nel bilancio annuale e triennale ha assunto queste decisioni:

– rimborsare alle famiglie la quota del 2018 con criteri progressivi: 100% con Isee fino a 15.000, 50% con Isee fino a 25.000, 20% con Isee superiore a 25.000;

– avviare dall’anno scolastico 2019-2020 la gratuità totale presso una nuova sezione di nido comunale;

– avviare dall’anno scolastico 2020-2021 la gratuità totale di tutte le sezioni del servizio nido comunale.

Il costo finora sopportato dalle giovani famiglie (in media 500 euro) è assai più faticoso dell’impegno del comune ad accollarsi anche le rette del servizio. L’amministrazione ha precisato che il servizio nido costa circa 2 milioni di Euro, le famiglie con le rette coprono neppure il 19%, 380.000 euro che nei grandi numeri del bilancio comunale hanno un’incidenza inferiore (1-2%) e per questo la Giunta, per promuovere la natalità, ha deciso di farsene carico.

Un detto popolare dice “figli piccoli, spese piccole, figli grandi spese grandi”.
Per i servizi comunali alle giovani generazioni succede il contrario: le giovani coppie, già alle prese con stipendi precari e limitati e spesso decurtati da spese di mutuo o affitto, se vogliono accogliere figli si trovano davanti il “muro” delle rette dei nidi. Mentre altre amministrazioni hanno introdotto nuove agevolazioni, in questo caso si è inteso agevolare al massimo la prima fase di accoglienza dei bambini.

Un plauso particolare all’assessore delegata, Benedetta Simon, una giovane mamma che ha avuto 2 figli proprio nel corso del mandato che si sta concludendo e che pertanto si è fatta concreta interprete delle esigenze delle giovani coppie.

Mi piace precisare che la comunità di S. Lazzaro di Savena ha sempre manifestato un’attenzione particolare ai bambini grazie anche alla storica presenza dell’Opera Padre Olinto Marella, un sacerdote, compagno di studi di Papa Giovanni XXIII (“carissimo amico” lo definiva il Pontefice) che durante una vita sacerdotale molto travagliata si dedicò all’accoglienza ed alla cura di bambini poveri, orfani e abbandonati.
Per questo sacerdote, che fu anche guida spirituale di Santa Gianna Beretta Molla http://www.santiebeati.it/dettaglio/92364, è in corso il processo di beatificazione.
Quando la Provvidenza stimola azioni concrete per il Bene Comune.

Stefano Lipparini

 

In allegato la delibera: Delibera G. C.163-2018 definizione indirizzi per erogazione contributo