• it
Anche il nostro grazie!!!

Anche il nostro grazie!!!

173 views
Condividi

Lo strano e intenso periodo che stiamo vivendo ci fa riflettere sul valore della vita, sul valore della famiglia, sul valore del lavoro.
La vita è importante, e per la vita dei deboli ma non solo, lo abbiamo visto, tutto il nostro paese si è fermato.
La famiglia la riscopriamo forse ora, chiusi in casa, costretti a giocare e imparare con i nostri figli, o finalmente insieme come coppia, come genitori a gestire le ore quotidiane insieme a quelle meraviglie che sono scaturite dal nostro amore…, meraviglie a volte cosi rumorose o litigiose che… , ma l’amore vince sempre!
Il lavoro, in tanti, lo abbiamo lasciato li, in ufficio o ce lo siamo portato a casa, o ci andiamo con timore più o meno protetti, convinti che sarebbe stato meglio restare a casa con i bambini… ma non si può perdere il lavoro, e non si può fermare l’Italia del tutto.
Il senso civico legato al lavoro ci fa ben comprendere quanto sia importante che i servizi essenziali non cessino di funzionare. Perché abbiamo bisogno di energia, di acqua, di telecomunicazioni, di cibo, di farmacie.

GRAZIE a tutti coloro che stanno facendo andare avanti il nostro paese, che ci danno la possibilità di stare in casa, con coniuge e figli, senza farci mancare nulla.

GRAZIE  a chi soccorre, assiste e cura coloro che purtroppo si ammalano, di SARS CoV-2 ma non solo, perché anche le altre malattie, tutte le altre, continuano a far star male le persone, come prima e con una paura in più.

GRAZIE a quelle mamme e papà in particolare, che da settimane hanno lasciato i loro figli a casa per svolgere la loro funzione di medico e di infermiere e sono in corsia per ore che non si contano più e offrono cura e conforto a chi da solo affronta ore di paura e sofferenza.

GRAZIE anche a quei figli, bambini e ragazzi, che devono crescere e comprendere che mamma e papà sono degli eroi.

GRAZIE a chi non si perde d’animo e si rende utile a vicini e parenti.

GRAZIE a chi abita nelle zone meno colpite e comprende comunque la gravità della situazione, restando a casa, per scongiurare la possibilità di diventare un ospite di questo SARS CoV-2, che ha bisogno di noi per vivere e replicarsi. Stare a casa vuol dire non dare possibilità al virus di diffondersi.

GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE, le nostre famiglie sono grate a tutti voi! (…e fanno anche parte di voi!)

Siamo particolarmente vicini ai nostri associati che hanno malati in famiglia ed a quelli che hanno subito perdite di persone care, siete tutti nei nostri pensieri, nei nostri cuori e nelle nostre preghiere.

Un abbraccio a tutti.

Alfio Spitaleri