• it
IX Festa Regionale del Trentino Alto Adige – Pietralba 2016

IX Festa Regionale del Trentino Alto Adige – Pietralba 2016

402
Condividi

Quest’anno la location è stata individuata presso il Santuario della Madonna di Pietralba in Provincia di Bolzano, dove anche gli anni scorsi il sole era garantito dalle promesse del Priore e poi da Padre Giuseppe, che non si sono mai smentiti. Durante i pre-preparativi, in corso già da qualche mese, e senza i quali non si fa niente, abbiamo avuto occasione di rivederci e confrontarci tra coordinatori e famiglie delegate, davanti a qualche fetta di torta ed un buon caffè. Diversi da ciò a cui ormai la tecnologia ci ha abituati, cioè incontri sempre più virtuali (mail, skype ecc).

Definita la data, punto basilare per una festa, tutto il resto lo abbiamo organizzato nella maniera classica di una famiglia numerosa. Tu fai questo, tu quello, chi si offre per? chi ordina qua? chi ordina la? ecc. ecc.

E così è arrivato il momento. La giornata si presenta con un bel sole già dal primo mattino, e siccome era stata promessa è stata la prova che la fiducia in chi ci guarda da lassù e nelle persone che ci vogliono bene non è mai mal riposta.

Gli organizzatori il sabato avevano già fatto i primi preparativi recandosi sul posto per un sopralluogo e per sistemare il possibile, e alle 9 della domenica mattina si sono ritrovati di nuovo lassù per preparare tutto in attesa delle famiglie numerose.

E qui mi viene in mente Marco Scarmagnani, nostro ospite nel pomeriggio, uomo saggio che di coppie ne sa al punto da descriverci così: “bambini che si ammalano, mariti con il sorriso sulle labbra, solo perché il loro neurone sta assaporando il gusto di una birra che ahimè oggi non arriverà, mogli in fase di odio e amore verso quel troglodita di uomo che si soo sposate… (ma chi me lo ha fatto fare… no capisse niente… che domando qualcosa e dise sempre: “niente”… “bene”…).

Il sole inizia a scaldare la giornata (siamo a 1520 s.l.m.), le famiglie sono in arrivo e quello che sembrava un tranquillo week end si trasforma improvvisamente in uno spettacolo di vita. Bambini che corrono, palloni che volano, mamme con mille braccia e ottocento occhi e papà… contenti di esserci (tanto oggi non devono andare a caccia… citazione da Scarmagnani).

Al banco dell’accoglienza veniamo “accolti”, registrati e riceviamo subito un dono: una borsa preparata con alcuni prodotti offerti dal GAF (Gruppo di acquisto Familiare) regionale.

Alle 11.00 chi vuole partecipa alla Santa Messa celebrata da Padre Matthieu (figlio numeroso pure lui, 12 fratelli), che ci da il tempo di riflettere sugli insegnamenti di Gesù.

E poi … via, a pranzo! Gli alpini di Laives ci hanno preparato un’ottima pastasciutta, ragù fatto in casa Alpini, e pasta offerta dal pastificio IRIS che fa parte del nostro GAF.
Il secondo piatto era a base di Speck (Sarntaler) e scaglie di Parmigiano Reggiano (Milanello), anche queste offerte dalle ditte che fanno parte del nostro GAF. Il pane lo ha gentilmente offerto il panificio Innerkofler di Laives e così abbiamo approfittato per assaggiare i prodotti che possiamo acquistare in gruppo e così risparmiare un pò.

Per il caffè abbiamo approfittato della presenza degli Scout che erano attrezzati con una macchinetta, e del Bar di Pietralba.

Cercando di rispettare il programma alle 14.30 ci siamo ritrovati con gli adulti nella sala delle conferenze per ascoltare il mitico, l’impareggiabile e IMPAGABILE ( 😉 ) Marco Scarmagnani che ormai non ve lo presentiamo più (te si dappertutto), per trattare il tema amore/odio con mille aneddoti e risate ma anche tanta serietà sul perché siamo fatti così… ma, come dice lui, noi uomini lo capiremo solo tra 8 settimane…

Tolto il microfono (spento) a Marco, ci siamo presentati fra noi e abbiamo raccontato quello che facciamo all’interno dell ‘associazione che vede, e , sente necessaria la presenza di volti nuovi perché il poco di ognuno fa il molto di tutti (questa è di Mario credo…)

Nel frattempo i bambini intrattenuti dai mitici Fausto e Lorenza (in ordine alfabetico caro Fausto) insieme ai ragazzi più grandi delle famiglie, si intrattenevano con mille giochi e sfide saltellando sui gonfiabili messi a disposizione dal FamilyLaives.Net di Laives, rete di associazioni locale della quale fa parte anche ANFN.

Durante e dopo i giochi, merenda garantita dalle grandi cuoche che sono le mamme numerose e da alcuni sponsor che hanno messo a disposizione i loro prodotti. Anche Patrizia ci ha raggiunti con i suoi prodotti ortofrutticoli biologici e davvero buoni… provare per credere.

Al termine la fantastica lotteria! Ricca di premi che hanno fatto felici tutti i bambini, ma anche le mamme e papà…

Prima del “tutti a casa” si è iniziato il riassetto finale, che grazie ai numerosi volontari è stato eseguito a regola d’arte e in un tempo accettabilissimo.

Grazie a tutti per aver condiviso la realizzazione di questa bellissima giornata! Tra i tutti intendo le famiglie organizzatrici, le famiglie intervenute e gli Sponsor, davvero generosi che elenchiamo in ordine alfabetico:

ABARIBI – Bovezzo (BS)

Best Hair Mary parrucchiera – Laives (BZ)

Cartoleria Smile – Laives (BZ)

Caseificio Milanello – Campegine (RE)

Colavita Olio extravergine – Pomezia (RM)

Despar – Bolzano

Etrebellle La bottega della salute – Bolzano

Infinity Centro estetico – Laives (BZ)

IRIS agricoltura biologica – Calvatone (CR)

Kirchsteig Hof – San Genesio (BZ)

Melinda – Segno di Taio (TN)

MOAR Cancelleria – Trento

Panificio Innerkofler – Laives (BZ)

Pasta Felicetti – Predazzo (TN)

Poli – Bressanone (BZ)

Rotho Blaas – Cortaccia (BZ)

Sarntaler Speck – Sarentino (BZ)

SCHENK ITALIA – Egna (BZ)

Ristorante Pizzeria Würstlhof – San Giacomo di Laives (BZ)

…il loro contributo ci ha permesso di trascorrere una piacevolissima giornata a costi davvero contenuti.

Un grazie alla Cooperativa di Pietralba che ci ha concesso l’uso dei locali e a Padre Giuseppe dell’ordine dei Servi di Maria che con i propri confratelli ci ha come sempre accolti con molto entusiasmo e generosità.

Un grazie a tutti noi per esserci stati e per far parte del grande progetto della vita e come dice il buon Mario…dai che sto paese lo cambiamo.. (noi uomini la capiremo fra otto settimane).

Un abbraccio a tutte le mamme del mondo.

                                                                                                  Roberto Lubian