• it
CONSIGLIERE- Mauro e Filomena Ledda

CONSIGLIERE- Mauro e Filomena Ledda

507
Condividi

Era il giugno del 1994 quando, freschi sposini diretti alla meta prefissata per il viaggio di nozze, abbiamo imboccato per errore una strada provinciale che da Genova porta al Lago di Garda.
Lunghi tratti di gallerie si alternavano a paesaggi bellissimi: dal buio più profondo , alla luce splendente del mattino….luci e ombre!
Ad un tratto , proprio dinanzi a noi si è stagliata una chiesa: “Famiglia diventa ciò che sei” era scritto a caratteri cubitali sulla imponente facciata.
Questa frase, che solo anni dopo abbiamo saputo essere tratta dalla “Familiaris Consortio” ci è rimasta impressa nel cuore suscitandoci il desiderio di scoprire ciò a cui eravamo chiamati.
Da quel giorno sono trascorsi tredici anni nei quali sono nati 4 bambini :Sara 12, Marta 10, Chiara 8 e Nicola 6 anni. Come allora, nel nostro cammino, si sono avvicendati momenti di luce, fatti di gioie sublimi e momenti difficili e di profondo dolore, come nella storia di ogni famiglia.
Da anni coltivavamo il desiderio di intraprendere degli studi su Matrimonio e Famiglia ( sapevamo che l’Istituto Giovanni PaoloII, in collaborazione con la CEI offriva la possibilità di un Master) ma le modalità di frequenza, che richiedevano un anno di permanenza a Roma, non ci consentivano di parteciparvi.
Poi, due anni fa, la novità di un Master speciale, pensato appositamente per facilitare la partecipazione delle famiglie: una settimana di corso intensivo a maggio, altre due sotto forma di vacanza studio a luglio e tutto il resto on-line.
Ci siamo guardati negli occhi e abbiamo deciso di buttarci a capofitto in questa nuova avventura.
Oggi, a metà del nostro percorso di studi, possiamo davvero dire che grazie alla straordinaria intuizione di Giovanni Paolo II, che ha fortemente voluto questa Scuola, con il sostegno economico della nostra Diocesi e con una buona dose di fatica e sacrifici, ci si è spalancato in tutta la sua pienezza il disegno stupendo della nostra vocazione all’Amore.
Ma i doni più preziosi non si possono tenere solo per sé, per assaporarli bisogna condividerli e noi vorremmo che tante , tante famiglie potessero fare la nostra stessa esperienza.
Lo scorso anno, in occasione del venticinquesimo anniversario della fondazione dell’Istituto Giovanni Paolo II, il papa, Benedetto XVI ha voluto incontrarci.
Ci ha detto parole bellissime e guardando i molti bambini presenti li ha definiti “i futuri studenti” dell’Istituto.
Guardando i nostri figli, felici ed emozionati come noi di essere lì, abbiamo avvertito la consapevolezza di come loro già assaporino ogni giorno i frutti di ciò che impariamo e che cerchiamo di vivere.
Insieme con noi essi vivono un’esperienza non comune, fatta di amicizia con tante famiglie provenienti da tutta l’Italia, di vacanze un po’ speciali, dove con attività su misura per loro imparano ad amare, ma soprattutto fatta di Vangelo vissuto e della presenza viva, al nostro fianco di un Papa straordinario, che ha amato con tutto il cuore l’Amore umano.
E poi l’associazione nazionale famiglie numerose. Che scoperta, che dono, che profezia.
Siamo felici di esserci e di dare il nostro contributo perché il valore della famiglia sia sempre di più riscoperto e valorizzato.
Fare questa esperienza con tutti voi ci fa sentire parte di una grande famiglia, parte di una comunità, dove il valore fondamentale che ci unisce è il bene più prezioso dell’umanità: “La Vita”.

e-mail: cn.ledda@famiglienumerose.org