• it
Umbria: ANFN incontra l’ass. regionale al Welfare

Umbria: ANFN incontra l’ass. regionale al Welfare

24 views
Condividi

Importante incontro dei rappresentanti ANFN umbri Vincenzo e Sarah Aquino con l’assessore della regione Umbria al welfare Carla Casciari: sul piatto temi caldi quali l’assurdo tetto minimo di reddito di 7.500 E per potere accedere ai benefici per le f.n., ticket e trasporti che hanno subito quest’anno un incremento del 30%.
In allegato la rassegna stampa sull’incontro .Su il Corriere dell’Umbria anche un’altra interessante notizia, l’ppello di Carla Spagnoli (presidente del Movimento per Perugia) alla grande distribuzione perché attui sconti ad hoc per le famiglie numerose…

INCONTRO DEL COORDINAMENTO REGIONALE DELLE FAMIGLIE NUMEROSE CON L’ASSESSORE CASCIARI
Presentate alcune richieste di correzione al regolamento attuativo della Legge 13/2010, che attualmente non prende in considerazione i bisogni delle famiglie numerose.

Nei giorni scorsi il Comitato Regionale dell’Associazione Famiglie numerose è stato ricevuto dall’ assessore regionale al Welfare e istruzione Carla Casciari per presentare le richieste degli associati.
In particolare è stata chiesta la modifica al nuovo decreto attuativo della Legge regionale 13/2010 in merito alle fasce ISEE, per eliminare o abbassare il tetto minimo dei 7500 euro che limita l’accesso ai benefici previsti a molte famiglie numerose. Questi sussidi verranno in ogni caso distribuiti dai comuni, (che hanno già ricevuto ingenti risorse per le famiglie numerose per la maggior parte non ancora utilizzate) tramite l’ANCI. In merito l’assessore ha chiesto del tempo per valutare la richiesta, fermo restando che in termini di legge non è possibile intraprendere alcuna modifica prima di sei mesi.

Altra richiesta è stata di intervento sui costi dei trasporti che hanno subito quest’anno un grave incremento del 30%. L’assessore ha risposto che la Legge 13/2010 prevede dei contributi una tantum anche per far fronte alla difficoltà di sostenere il costo di più abbonamenti in famiglia, anche se dal prossimo anno i trasporti regionali verranno privatizzati. La Casciari si è comunque resa disponibile a sensibilizzare e farsi parte mediatrice con la nuova società che gestisce tutti i trasporti nella regione, per convenzioni adeguate per le famiglie numerose.

Si è poi chiesto un intervento sulle fasce di reddito previste dal nuovo sistema regionale di pagamento dei ticket sanitari. Pur apprezzando l’ iniziativa di modulare il costo in base alle fasce di reddito, bisognerebbe tenere presente di tutti i carichi familiari di ciascuna famiglia, applicando il cosiddetto “fattore famiglia” (come nella regione dell’Emilia Romagna). In questo caso l’assessore al Welfare si è impegnato a valutare la fattibilità dell’ applicazione del fattore famiglia e, se possibile, attuarlo.

L’ incontro è stato molto sereno e cordiale e al termine è stata consegnata anche la brochure dell’Associazione Nazionale Famiglie Numerose con il modulo di iscrizione, chiedendo all’assessore Casciari di iscriversi come socia sostenitrice ed onoraria.

E’ intenzione del Coordinamento regionale di attivare un collegamento diretto con l’ Assessorato regionale al welfare e istruzione per avere un’interazione e uno scambio di informazioni necessari per tutte le iniziative a favore delle famiglie.

E’ stato chiesto anche un incontro con il sindaco di Perugia Boccali, presidente dell’ANCI, per avere notizie circa i fondi erogati dalla regione Umbria e le loro destinazioni, per interventi a favore delle famiglie numerose.

Vincenzo e Sarah Aquino
Coordinatori Ass. Naz. Famiglie numerose

Scarica allegati:
CORRIERE DELLUMBRIA 101011.jpg
iL MESSAGGERO 101011.jpg