• it
Le solite incongruenze che penalizzano le famiglie

Le solite incongruenze che penalizzano le famiglie

1.737 views
Condividi

Nei giorni scorsi ho ricevuto la pensione con 5 giorni di anticipo. Avevo sentito in TV questo annuncio dato con enfasi dallo stesso presidente INPS.
Faccio davvero fatica a capire la ragione di questo anticipo: i pensionati sono la categoria più al sicuro in questo frangente, inoltre a causa delle (giuste) misure restrittive, le spese in questo momento sono minori del solito.

Tutto questo è paradossale e purtroppo molto italico, perchè mentre i pensionati hanno questo trattamento di attenzione, ci sono famiglie sull’orlo del lastrico: mi riferisco in particolare a quelle dei lavoratori autonomi che hanno dovuto interrompere la loro attività. E ancora peggio questi stanno se hanno una famiglia numerosa: corrono il serio rischio di non poter da mangiare ai figli…

Certo, per ora c’è per loro una mancetta di 600 euro una tantum, ma come sempre uguale per tutti, che uno sia single o che abbia tanti figli. In barba, come sempre, all’articolo 31 della Costituzione che invita lo Stato ad un “particolare riguardo verso le famiglie numerose”.

Scrivo questo perchè conosco famiglie in queste condizioni e la preoccupazione e anche l’indignazione sono in crescendo.

Speriamo che le annunciate nuove misure previste ad aprile tengano conto di questo:
per una volta si smetta di suonare la tromba per inezie che sanno di propaganda a basso costo e si tenti di tener conto delle giuste priorità e anche, finalmente, di rispettare la Costituzione.

Carlo Dionedi
Responsabile Nazionale Unità Politica