• it
“Impossibile ormai vivere dignitosamente”

“Impossibile ormai vivere dignitosamente”

19 views
Condividi

Famiglie numerose in ginocchio. Lo dicono i dati Istat che indicano 4 famiglie su 10 a rischio povertà, un dato che si impenna al 48,3% se le famiglie sono monoreddito o hanno tre o più figli minori. E lo dicono le nostre famiglie, per le quali sembra sempre più difficile, come scrive Fabrizio C. nella sua lettera “Vivere dignitosamente”.
A loro continueremo a dare voce, nella speranza che insieme si riesca a farci sentire…

Stanno arrivando in questi giorni gli avvisi di pagamento della Tares che a
differenza della Tarsu che si basava soltanto sulla superficie della
abitazioni
stabilisce una quota variabile in base al numero dei componenti ( a Rieti €
396,84 6 o più componenti) ed una quota fissa di € 0,61 mq/anno. Rispetto al
2012 è più che raddoppiata. Grazie al Governo Monti per l’aiuto alle
famiglie
numerose.
Mi mancano le parole per esprimere il mio disagio vista
l’impossibilità ormai di vivere degnamente.
Vi voglio raccontare un’altra storia scusate lo sfogo. Mia figlia Gabriella
chiede all’ADISU Umbria una borsa di studio per l’alloggio a Perugia che gli
viene assegnata nel mese di ottobre 2011. A febbraio 2012 mia figlia decide
di
lasciare l’Università di Perugia per trasferirsi a quella dell’Aquila ( non
riusciva a vivere lontano da casa). Nel mese di settembre 2013 l’Adisu ci
richiede il pagamento di € 1.500 per aver lasciato l’alloggio prima della
chiusura dell’anno accademico. Ho risposto che non siamo in grado di pagare
e
che non eravamo a conoscenza di penali per l’abbandono della sede
universitaria. Mi hanno risposto che se non paghiamo ci invieranno un
decreto
ingiuntivo. Sono costernato ma non rassegnato all’ingiustizia.
Voglio, insieme a mia moglie Sonia e ai miei sette figli, inviarvi un
sentito
ringraziamento per l’opera che svolgete a nostro favore e che ci fa sentire
meno soli insieme ai migliori auguri per il Santo Natale.
Fabrizio C.