• it
Il bell’esempio di Diego Bazzani

Il bell’esempio di Diego Bazzani

116 views
Condividi

Diego Bazzani, classe 1995, è un paraciclista di categoria C3. Fa parte di una famiglia numerosissima, che gli ha donato 4 sorelle e 3 fratelli. Nativo della provincia di Torino, si è trasferito spesso in varie città con la propria famiglia e attualmente vive e lavora a Roma. A 8 anni la sua vita prende una direzione improvvisa quando gli viene diagnosticato un ascesso celebrale. Ricoverato a Milano, è costretto a fronteggiare una lunga convalescenza, per diverso tempo deve muoversi a bordo di una carrozzina, prima di riuscire a tornare a camminare, seppur con gravi conseguenze alla gamba destra, senza la possibilità di correre e con problemi di equilibrio.

La malattia stoppa sul nascere la sua carriera calcistica che lo aveva visto da Pulcino essere selezionato anche dalle giovanili del Milan. Pian piano, tuttavia, torna a muoversi, si appassiona alla bicicletta e ai cicloviaggi. Nel 2020, durante un viaggio in Sardegna, un amico lo convince ad informarsi sul paraciclismo e sul web conosce Obiettivo3. Si candida al progetto, incontra il direttore sportivo Pierino Dainese e l’atleta sua conterranea Laura Roccasalva, e viene reclutato. Grazie a Obiettivo3 torna così ad accendere un sogno che culla fin da bambino, quello di poter partecipare un giorno ai Giochi Paralimpici.

Contemporaneamente coltiva un mucchio di passioni. Il libro autobiografico di Lorenzo Amurri, Apnea, è uno dei suoi preferiti e gli ha dato la forza di andare avanti e superare gli ostacoli. Ama la musica, la meccanica, la cucina innovativa e anche la scienza. Nella vita, come nello sport, non vuole accontentarsi mai, per provare a dare sempre di più.
Si spiega anche così un altro dei suoi sogni, quello di scalare con un buon tempo il mitico monte Zoncolan.

Fonte: obiettivo3.com