• it
Dove c’è famiglia c’è futuro: Oltre la Conferenza Regionale

Dove c’è famiglia c’è futuro: Oltre la Conferenza Regionale

20 views
Condividi

All’indomani della  Conferenza  regionale sulla  Famiglia del  novembre  scorso ed in  vista del redigendo Piano regionale di Politiche Familiari, il Comitato di Lecce del Forum delle Associazioni Familiari ha organizzato una giornata di riflessione e di confronto fra cittadini e amministratori locali e regionali sulle azioni di Politica familiare in Puglia, per mettere a fuoco correttivi e proposte.

L’evento   si  terrà   il   prossimo   17   febbraio  presso   il   centro   del   CSVS   di  Via Campania a Corsano, comune che ha già conseguito la certificazione di  Comune     Amico     della     Famiglia

Un primo contributo del territorio alla redazione del Piano era già stato offerto il 12 aprile 2018, con un Tavolo monotematico sulle Politiche familiari (ed in particolare sulle Politiche fiscali) riunitosi a Lecce alla presenza   di   nove   Sindaci, di Carlo Dionedi, allora vicepresidente di Anfn, e   dei   rappresentanti   dei   Sindacati   confederali territoriali,   CGIL,   CISL  e   UIL, che avevano, così, avviato un dialogo su specifiche e delicate tematiche riguardanti la vita delle famiglie salentine.

Il Convegno di Domenica 17 febbraio si prefigge l’obiettivo di approfondire a livello locale le problematiche che sono state oggetto di confronto in seno alla Conferenza regionale del 22 e 23 novembre scorsi, a cui il Forum leccese ha partecipato con diverse Associazioni aderenti.

Durante il Convegno del 17 febbraio prossimo, sarà dato ampio spazio ai lavori di due gruppi, riguardanti rispettivamente la tematica dei Servizi alle famiglie e quella del Lavoro per i giovani e per le donne, con particolare riguardo alla situazione salentina.

All’interno di questi gruppi, sotto la guida di esperti del settore, si confronteranno  diverse realtà locali: Associazioni, Sindacati, Realtà produttive, Sindaci, Consiglieri e Assessori.

Sarà, dunque, un’ulteriore occasione di ascolto dei problemi che gravano sul nostro territorio, ma soprattutto un incontro “di persona”, durante il quale – ci auguriamo- sarà più facile per le realtà locali evidenziare proposte   e   sottoporle   all’attenzione   del   Consiglio   regionale,   in   vista dell’elaborazione del Piano regionale per le Politiche familiari in Puglia.