• it
Comunicato n° 14

Comunicato n° 14

8 views
Condividi







Carissima famiglia,

Carissima famiglia,

 

torniamo con gioia a scrivervi per informarvi sulle ultime,
importanti novità: come potrete leggere, seminando, seminando qualcosa alla
fine si raccoglie!

 

 

 

1) FIAT AUTO

 

Abbiamo firmato la convenzione con Fiat che ci consente di acquistare
le autovetture idonee alle nostre necessità (almeno sei posti) con uno sconto
particolarmente significativo. Ringraziamo Fiat, principalmente il suo
Presidente, Dr. Luca Cordero di Montezemolo e il dirigente Dr. Ubaldo Della
Penna, che hanno fin da subito compreso le nostre esigenze e si sono adoperati
per soddisfarle. Per favorire i nostri associati sprovvisti di collegamento
Internet (la convenzione si trova sul nostro sito), riportiamo qui di seguito
le condizioni principali:

 

Tra FIAT AUTO SpA e Associazione nazionale Famiglie Numerose viene
promossa dal mese di Febbraio e sino ad Agosto 2006 un iniziativa straordinaria
a favore degli aderenti all’Associazione stessa relativa ai  modelli del Marchio Fiat che
consentono, con un adeguato numero di posti, il trasporto di famiglie numerose.

 

Target

 

Gruppi familiari, aderenti all’Associazione nazionale Famiglie
Numerose. Il  nucleo familiare deve
essere  composto da almeno sei
persone, i componenti devono essere registrati nello stato  di famiglia.

 

Durata della promozione

 

L’iniziativa è valida per le vetture fatturate/immatricolate
oggetto dell’iniziativa, segnalate nel periodo  17 Febbraio 2006 
  31 Agosto 2006 .

 

Modelli interessati

 

Le versioni della gamma Fiat Doblò, Multipla, Ulysse, Scudo e
Ducato abilitate al trasporto di almeno sei persone.

 

Offerta al Cliente e ripianamento Rete

 

E’ stato previsto a favore degli associati un trattamento
commerciale con il seguente sconto dedicato:

 

 

 

MODELLO

        

 

SCONTO  riservato

 

Famiglie numerose

DOBLO’       ( 7 posti )

        

 

16,0%

MULTIPLA   ( 6
posti )

        

 

16,0%

ULYSSE       ( 6-7-8 posti )

        

 

16,0%

SCUDO Combi ( 6 o 8-9 posti )

        

 

17,0%

 

DUCATO Combinato ( 8 posti )

 

DUCATO Panorama  ( 8
posti )

        

 

                                      
18,0%

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Se la famiglia desidera l’estensione della garanzia FIAT PER TE
sino a 5 anni o sino a 120.000 km., la percentuale di sconto scende del 2% su
ogni modello.

 

Cumulabilità

 

Le  iniziative non
sono  cumulabili con altre azioni
commerciali.

 

Condizioni

 

Il veicolo potrà essere fatturato e  intestato al capo famiglia o ad un altro componente del
nucleo familiare; nel caso in cui 

l’intestatario sia un componente del nucleo familiare e non si
riscontrerà  coerenza con la
tessera associativa e/o documentazione dell’associazione occorrerà dimostrare
l’appartenenza al gruppo familiare con copia dello stato di famiglia. I veicoli
dovranno essere immatricolati come autovettura.

 

Documentazione probatoria

 

Oltre alla consueta documentazione prevista occorrerà allegare
copia della tessera associativa che comprovi l’appartenenza all’Associazione e
l’eventuale copia dello stato di famiglia (ove occorra).

 

 

 

2) COMUNICATO SOCIALE

 

Sulle reti Mediaset andrà in onda il nostro (splendido) comunicato
sociale a favore della famiglia, e della famiglia numerosa in particolare,
realizzato dai bravissimi Mauro e Cristina Bazzani, nostri associati della
prima ora, professionisti della comunicazione. Alcuni tra voi lo avranno già
potuto apprezzare su una delle davvero numerose televisioni locali che lo hanno
trasmesso gratuitamente nelle giornate immediatamente successive alla nostra
prima assemblea di novembre 2005 (e che ringraziamo ancora per la splendida
solidarietà!). Ora andiamo in onda su reti nazionali, cosa che ci permetterà di
farci conoscere in tutto il Paese. Si tratta di quattro passaggi giornalieri
per ogni rete Mediaset, con orari scelti a loro discrezione: non possiamo che
ringraziare Mediaset per il sostegno che ci ha voluto offrire, dato che ogni
passaggio pubblicitario costa dai 7.000,00 € ai 20.000,00€ che noi non
pagheremo. I giorni sono quelli pari della settimana dal 27 al 5 Marzo, cioè il
28, il 2 e il 4. Un’altra serie di passaggi ci è già stata assicurata per la
prima settimana di luglio. Un’occasione importante, anche questa, per farci
conoscere in Italia ma soprattutto per ribadire che "senza figli non c’è
futuro", come recita una parte del comunicato sociale.

 

 

 

3) RAS ASSICURAZIONI

 

Nel precedente comunicato, abbiamo già detto dell’accordo con RAS,
società che ci ha gentilmente donato le card che avete ricevuto. Non abbiamo
però sottolineato gli aspetti più importanti della convenzione sottoscritta con
RAS a favore dei nostri associati; rimediamo ora (ricordando che la convenzione
integrale si trova come sempre sul nostro sito):

 

Tra la Associazione nazionale Famiglie Numerose e la Riunione
Adriatica di Sicurtà S.p.A. (RAS), premesso che l’Associazione nazionale Famiglie
Numerose intende mettere a disposizione dei propri associati  e relativo nucleo familiare, coperture
assicurative prestate da primaria impresa di assicurazioni a condizioni
agevolate e che RAS ha dichiarato la propria disponibilità, si conviene quanto
segue:

 

          RAS si
obbliga a prestare a favore dei associati della Associazione nazionale Famiglie
Numerose e loro nucleo familiare – da intendersi comprensivo di coniuge, figli
ed eventuali soggetti anagraficamente 
conviventi  garanzie
assicurative per i rischi di cui all’allegato 1, facente parte integrante della
presente scrittura, secondo le condizioni contrattuali e tariffarie in vigore
presso RAS al momento della stipulazione delle singole polizze ma con le
peculiari agevolazioni precisate nello stesso allegato 1 alla presente
scrittura;

 

          le coperture
assicurative a condizioni agevolate, oggetto della presente Convenzione, si
applicano agli associati della Associazione nazionale Famiglie Numerose e loro
nucleo familiare che esibiscano idonea certificazione (card);

 

          i rapporti
assicurativi inerenti le polizze, stipulate in esecuzione della presente
Convenzione, intercorreranno esclusivamente tra RAS e i soci della Associazione
nazionale Famiglie Numerose;

 

 

 

ALLEGATO 1 ALLA CONVENZIONE ASSOCIAZIONE FAMIGLIE NUMEROSE / RAS

 

Prodotti convenzionati a contraenza individuale:

 

AUTOVETTURE

 

·       Responsabilità Civile
Auto                                         
sconto 15%

 

·       Incendio e furto                                                           
sconto 20%

 

SISTEMA PERSONA                                                       
sconto 15%

 

FULL CASA                                                                   
  sconto 10%

 

 

 

4) MANIFESTO POLITICO ELEZIONI 2006:

 

Il Consiglio nazionale della nostra Associazione, riunitosi in
sessione ordinaria i giorni 18 e 19 febbraio, ha ritenuto di presentare un
documento per le elezioni politiche del 2006. Vi presentiamo i passi principali
del documento:

 

 

 

Oggi le famiglie per prime devono adoperarsi affinché le leggi e
le istituzioni dello Stato sostengano e difendano la famiglia. Per questo
l’Associazione nazionale Famiglie numerose, preso atto che il termine
"famiglia" è stato praticamente bandito dagli atti del Parlamento
Europeo e che la politica per la famiglia in Italia latita ormai da decenni,
ritiene importante e necessario sottoporre all’attenzione dei partiti politici,
alla vigilia delle elezioni, alcune considerazioni.

 

Anzitutto è innegabile che i figli nel nostro paese vengano
considerati alla stregua di un bene di lusso, pagandone – le famiglie che osano
metterli al mondo – il fio in termini di imposizione fiscale e tributaria. In
tempi nei quali la denatalità è il maggiore dei problemi che l’attuale società
deve affrontare, ciò equivale ad un vero e proprio suicidio culturale e
sociale. In Europa ricevono incentivi economici e sgravi fiscali gli allevatori
di vacche e maiali ma non coloro che crescono figli. Per essere tutelati e
supportati oggi pare necessario dichiararsi discriminati o emarginati;
nell’agenda politica le minoranze sociali ricevono infatti un’attenzione
straordinaria, mentre le maggioranze silenziose il nulla. Siamo ormai ad una
vera e propria dittatura della minoranza, ove le ragioni di omosessuali o
transessuali devono precedere le ragioni di chi solo incarna il futuro per la
società, cioè le famiglie con figli. Perché solo i figli garantiscono il
futuro. Gli articoli costituzionali che riguardano la famiglia (29, 30 e 31),
vengono meticolosamente dimenticati; leggi dello Stato, come la 951/61, che
prevedeva agevolazioni per le famiglie numerose, sono state sistematicamente e
colpevolmente disattese da tutti i governi succedutesi negli anni. Non è dunque
per caso che le famiglie numerose con almeno quattro bambini siano scese da
circa tre milioni degli anni ’60 alle 185.000 del 2005. E non è certo per caso
che, per le famiglie numerose, l’indice di povertà relativo nel 2005 sia
passato dal 19% al 23%: un incremento di povertà verificatosi a seguito di
precise scelte finanziarie, che hanno impoverito ulteriormente le famiglie
numerose. Le politiche "una tantum", "voucher",
"bonus" non modificano le strutture di ingiustizia e iniquità che
colpiscono soprattutto le famiglie numerose, tanto che basterebbe ai coniugi
una separazione consensuale per ottenere immediatamente significativi vantaggi
fiscali: perché oggi, in Italia, sotto questo aspetto, è assai più conveniente
essere coppia di fatto. Proprio mentre si discute di PACS per le minoranze,
sarebbe utile dunque discutere di quante iniquità gravano sulle famiglie! In
Francia, i PACS sono stati approvati solo dopo una straordinaria riforma
attuata a favore della natalità e della famiglia, con l’introduzione del
quoziente familiare che rende inutile l’escamotage della separazione
consensuale. Di questo c’è bisogno oggi in Italia, questa deve essere la
priorità dei primi 100 giorni del prossimo governo: la famiglia!

 

La nostra Associazione riconosce la latitanza colpevole delle
famiglie numerose nell’assumere direttamente l’impegno affinché le leggi e le
istituzioni dello Stato sostenessero e difendessero la famiglia. Siamo
coscienti cioè che le famiglie numerose, nei decenni, hanno affidato una delega
in bianco ad una classe politica composta da persone che hanno tradito i valori
della famiglia, soffocandola e impoverendola sempre più, a prescindere dai
partiti e schieramenti nei quali i suddetti rappresentanti hanno militato o
militano. Facciamo ammenda dei nostri errori del passato e ribadiamo la ferma
intenzione a partecipare – da ora in poi – direttamente alla vita politica del
Paese, senza più affidare deleghe in bianco a chicchessia. Desideriamo
arrestare l’omicidio culturale in atto nei confronti della famiglia, arginando,
contrastando e al più presto annullando il processo di estinzione della
famiglia che procede inesorabile e progressivo da alcuni decenni, spinto da
venti libertaristi, individualisti, egoisti e edonisti che vengono dipinti come
modernità e progresso e che, in realtà, sono venti nefasti di morte.

 

Ai candidati di tutti i partiti, le famiglie numerose chiedono
oggi di sottoscrivere la disponibilità, se eletti, a perseguire immediatamente
le sei priorità per la famiglia descritte nel Manifesto redatto dal Forum delle
Famiglie (www.forumfamiglie.org). Pubblicheremo i nomi dei sottoscrittori e, se
verranno eletti, vigileremo quotidianamente sul loro operato, seguendo sui siti
della Camera e del Senato il loro lavoro ed i loro interventi, e denunceremo
pubblicamente e con forza ogni tradimento della disponibilità sottoscritta.

 

Mai più delega in bianco per cinque anni a chicchessia, mai più!
Perché le famiglie numerose sono tornate. Per restare.

 

 

 

5) PROSSIMA ASSEMBLEA NAZIONALE:

 

Contrariamente a quanto comunicato in precedenza, abbiamo deciso
di non realizzare la prevista Assemblea generale dei giorni 8/9/10 dicembre
2006; ciò per una ragione molto semplice: il luogo visionato per vivere i tre
intensi giorni, è così bello che utilizzarlo durante le fredde giornate
invernali sarebbe stato davvero un peccato. Si tratta di un villaggio turistico
marittimo, composto da cinque alberghi immersi nel verde, con una bellissima
spiaggia dorata, un palazzetto dello sport che può contenerci tutti durante
l’assemblea, un parco meraviglioso per i nostri bambini. Non avrebbe avuto
senso investire tanti denari senza godersi i tre giorni a causa del freddo!
Abbiamo perciò deciso di rimandare a primavera inoltrata, nel 2007: ciò
consentirà anche di trovare ulteriori finanziamenti esterni che permettano al
maggior numero di famiglie possibile di partecipare, senza mettere mano in modo
pesante al proprio portafoglio. Spiace solo una cosa: dovremo aspettare qualche
mese in più per, finalmente, riabbracciarci!

 

Nel frattempo, convocheremo comunque l’assemblea annuale del 2006
(come previsto dallo Statuto) ma in modo che coincida con l’incontro dei
coordinatori provinciali, regionali e nazionali che si terrà a Lignano
Sabbiadoro i giorni 29/30 aprile e 1 maggio 2006: in tal caso, i coordinatori
(che coprono, ricordiamo, tutte le regioni e quasi tutte le province italiane
dove abbiamo associati) verranno considerati delegati, atti dunque a
partecipare a nome degli associati stessi. Riceverete dunque una convocazione
formale di assemblea per quei giorni di fine aprile ma consideratela per quello
che è, un semplice avviso. D’altronde, soldi per fare annualmente delle
assemblee nazionali con migliaia di persone, non li avremo mai.

 

 

 

6) INDIRIZZI E-MAIL:

 

Vi rivolgiamo un pressante invito, utile per risparmiare sulle
spese postali (che gravano in maniera non indifferente sul nostro magro
bilancio!): molti associati non sono provvisti di e-mail; altri ce l’hanno
comunicata ma o risulta errata o sempre piena; ciò significa che non viene
utilizzata (cioè svuotata). Chi sta ricevendo questo comunicato per posta,
evidentemente è tra questi (il comunicato non viene spedito a coloro che hanno
l’indirizzo e-mail corretto, ovviamente). L’invito è dunque ad utilizzare e/o rendere
utilizzabile la posta elettronica: chi avesse ora un indirizzo mail, non
comunicato in precedenza o comunicato in maniera errata (e lo sa perché sta
ricevendo per posta ordinaria questo comunicato), è pregato di comunicarlo al
consigliere nazionale Giuseppe e Elena Guarini (Giuseppe_guarini@libero.it) al
fine di aggiornare l’indirizzario. E’ un modo anche questo per aiutarci nel
(faticoso) lavoro quotidiano a servizio della famiglia numerosa. E’ evidente
che chi non comunicherà l’indirizzo e-mail, continuerà comunque a ricevere le
informazioni per posta tradizionale; ma, se possibile, risparmiare su bolli,
buste, fogli, etichette (e tempo, tanto tempo per stampare, piegare e imbustare
il tutto!) è sempre cosa molto gradita (anche da parte della nostra provetta
segretaria, Marialetizia, di 8 anni!).

 

 

 

E’ tutto. Nell’augurarvi un buon cammino, vi inviamo un cordiale e
fraterno abbraccio,

 

 

 

   

 

 

 

     p.
il Consiglio Nazionale,

 

Mario e Egle Sberna, presidente.

Condividi
Previous articleComunicato n° 13
Next articleComunicato n°15