• it
Anfn incontra il senatore Pillon

Anfn incontra il senatore Pillon

52 views
Condividi

Il 14 novembre una delegazione di Anfn ha incontrato il sen. Simone Pillon presso il suo studio al Senato.

Ricordiamo che Pillon è stato membro del Consiglio direttivo del Forum delle Associazioni familiari.

Questo ci ha permesso di evitare le premesse  che solitamente facciamo prima di avanzare le nostre proposte, per entrare subito nel merito. Poiché l’esperienza ci ha insegnato che non è positivo fare la “lista della spesa, ci siamo concentrati su alcuni temi che ci stanno a cuore da anni.

La prima questione riguarda gli assegni familiari, che sono i più bassi d’Europa, con l’aggravante che un sesto dei contributi versati nella Cassa unica viene deviato su altri capitoli di spesa previdenziale.

Il secondo punto affrontato riguarda le nostre mamme: in questo momento in cui si sta mettendo mano alla riforma del sistema pensionistico, chiediamo che finalmente venga riconosciuto in maniera tangibile il ruolo di madre che lavora, spesso rinunciando a carriera e benefici vari. Abbiamo rispolverato il disegno di legge a suo tempo presentato da Mario Sberna e abbiamo suggerito di ripartire da quel testo per giungere a stendere un nuovo disegno di legge che possa trovare appoggio per far partire l’iter parlamentare, come del resto era già accaduto col ddl a firma Sberna-Gigli, poi fermato dalla fine della legislatura.

Si è quindi affrontato l’annosa questione dell’iniquità dell’ISEE come è impostato ora, per vedere come apportare significative modifiche che tengano in maggior conto i carichi familiari.

Da ultimo si è parlato del sistema tariffario dell’acqua, che è sì stato riformato di recente, ma ancora una volta non risponde a criteri di equità.

Per parte sua, Simone Pillon si è impegnato ad agire su tutti fronti: quanto agli assegni familiari cercherà anzitutto di capire come e perché i contributi raccolti vengano parzialmente sviati, per giungere ad un aumento degli importi e anche ad un innalzamento della età dei figli.

Ci ha poi assicurato che riprenderà il ddl Sberna sui contributi figurativi, cercando di fare in modo che il provvedimento sia praticamente a costo zero.

Sulle tariffe dell’acqua prenderà contatti con l’Authority per migliorare il sistema e renderlo più equo per le famiglie numerose.

Alla fine dell’incontro ci ha raggiunti la senatrice Tiziana Drago, un tempo nostra coordinatrice a Catania, che ci ha parlato del suo impegno per ridurre l’IVA sui prodotti per la prima infanzia.

Ci siamo lasciati con l’accordo di restare in contatto per seguire gli sviluppi delle varie questioni toccate, che toccano la vita concreta di tante famiglie.
Siamo quindi ripartiti fiduciosi, sia per la passione riscontrata, sia per il peso politico dei nostri amici parlamentari, facendo parte di movimenti politici di maggioranza.

Per Anfn erano presenti Carlo Dionedi, Alessandro Soprana e Paolo Moroni.