• it
Alto Adige culla d’Italia, tasso di natalità più alto rispetto alle altre...

Alto Adige culla d’Italia, tasso di natalità più alto rispetto alle altre regioni

41 views
Condividi

I dati Istat: la Provincia di Bolzano e la Lombardia sono le uniche due realtà dove la popolazione aumenta. Fondamentali le misure di sostegno alle famiglie

Bolzano. Calo demografico in tutte le regioni tranne che in Trentino-Alto Adige, che si conferma la “culla d’Italia”. Quello del 2015 è un calo calo demografico legato più che altro ad un picco della mortalità. La causa? Il gran caldo dell’estate scorsa, e così anche l’aspettativa di vita è scesa. Dati negativi che si sommano al nuovo minimo storico delle nascite dall’unità d’Italia ad oggi, ed all’emigrazione che è ripresa con la crisi economica senza fine di questi anni. Questo il succo delle prime stime demografiche per il 2015 rese note oggi dall’Istat.
In termini assoluti il calo della popolazione residente è stato del 2,3 per mille. In termini assoluti la riduzione corrisponde a 139 mila unità in meno, il che determina al 1° gennaio 2016 una popolazione totale di 60 milioni 656mila residenti. Il dato nasce dalla differenza tra gli stranieri che sono 5 milioni 54 mila e crescono di 39 mila unità, e coloro che hanno la cittadinanza italiana, che sono 55,6 milioni, e calano di 179mila unità. Il calo maggiore della popolazione è avvenuto nel Mezzogiorno (-3,1 per mille) rispetto al Nord (-1,8) e al Centro (-2,1). In questo panorama, Lombardia (+0,5 per mille) e, soprattutto, Trentino Alto Adige (+2,3) rappresentano le uniche realtà in cui la popolazione aumenta.

Sul dato positivo dell’Alto Adige influiscono sicuramente le forti misure di sostegno pubblico alla famiglia da parte della Provincia e la tradizionale alta natalià nelle zone rurali.

 

Fonte: altoadige.gelocal.it