• it
Al convegno di Rieti su “La Famiglia” Sberna e Iannello

Al convegno di Rieti su “La Famiglia” Sberna e Iannello

3 views
Condividi

Mario Sberna e Maurizio Iannello, coord. prov. di Rieti, al convegno “la Famiglia” denunciano le iniquità che colpiscono le nostre famiglie

Il 1’ marzo scorso ho partecipato come relatore, insieme a Mario Sberna anch’egli invitato a portare il suo contributo, ad un convengo, organizzato dall’UDC, dal titolo (semplice ma eloquente) “La Famiglia”. Tra gli altri relatori, anche il Dir. della Caritas Diocesana Mons. Benedetto Falcetti e il Dir. dell’Ufficio Scuola della Diocesi di Rieti Prof. Massimo Casciani. Il mio intervento ha avuto per tema la “Situazione e composizione demografica del Comune di Rieti”.

Nella mia relazione ho sollecitato alcuni interventi di veloce attuazione (volendo!) come la revisione delle tariffe del servizio idrico, dell’ICI, la reazione di una tessera familiare per usufruire dei servizi comunali (trasporti, impianti sportivi, ecc…).

Molto gradito è stato l’appassionato intervento di Mario, come sempre carico di entusiasmo e di “educate” denuncie di iniquità ed ingiustizie verso le Famiglie Numerose.

Qualche giorno dopo ho ricevuto una lettera dal Capogruppo Consiliare dell’UDC che vorrei riportarvi testualmente perché rappresenta un serio impegno sia personale che politico (per la cronaca l’UDC è al governo della città).

“Caro Maurizio, con la presente desidero esprimerti il mio personale ringraziamento per il tuo prezioso e puntuale contributo quale relatore al Convegno del 1 marzo u.s. su “La Famiglia”, con il tema “Situazione e composizione demografica del Comune di Rieti”. Sono certo che al di là dell’azione di informazione e sensibilizzazione sulle problematiche delle famiglie numerose, l’iniziativa produrrà sicuramente effetti concreti. Riconfermo l’impegno, per quanto di mia competenza, di proporre e sostenere alcuni emendamenti nel prossimo bilancio del Comune di Rieti per attenuare la discriminazione fiscale esistente nei confronti del nuclei familiari numerosi.”

Va da sé che a queste parole dovranno seguire, come sono certo che avverrà, fatti concreti: ma tra queste righe mi sembra di leggere qualcosa di più di semplici promesse elettorali.
Maurizio Iannello