• it
Addio Simona

Addio Simona

13 views
Condividi

PORTATA VIA DALLA MENINGITE
Una ragazza generosa fino alla fine: espiantati gli organi

Morire a 16 anni di meningite, una malattia inquietante perché fulminea, misteriosa, che si accanisce sui più piccoli e sui giovani. E’ successo lo scorso 22 gennaio a San Donato Milanese e questa volta è toccato a Simona, secondogenita di otto fratelli, una famiglia numerosa come le nostre.
Un malore in classe, il ritorno a casa, la febbre che sale, il vomito, la corsa nella notte al pronto soccorso. Simona non ha più ripreso conoscenza; forse così non ha sofferto i forti dolori alla testa con cui la meningite si presenta, insieme al vomito, alla febbre e alla rigidità del collo.
E dopo tre giorni di incoscienza, nonostante le cure mediche, la ragazza è morta per l’infezione alle membrane che rivestono il cervello, letale nel 10% dei casi, ma i numeri sono una cosa e le persone un’altra. Simona è mancata lasciando nello sgomento e nella paura i familiari, i compagni di classe, gli amici, tutti sottoposti a profilassi antibiotico e sotto osservazione da parte della Asl milanese per almeno 10 giorni.
Non è epidemia, rassicurano i sanitari a chi ricorda i recenti casi verificatisi in un altro istituto scolastico milanese e fortunatamente risolti al meglio, ma l’apprensione rimane.
E intanto sale, da parte delle associazioni familiari, (ANFN e Moige in testa) la richiesta che anche la regione Lombardia provveda a rendere disponibili gratuitamente i vaccini anti-meningite.
R.F.