• it
“Tengo famiglia” il libro scritto dai dodici componenti della famiglia Leoni

“Tengo famiglia” il libro scritto dai dodici componenti della famiglia Leoni

950
Condividi

Simpaticissimo libro scritto a più mani: fotografia di una famiglia numerosa visto da diverse angolature e da diverse situazioni dai piccoli ai grandi, dai componenti interni a quelli “esterni”…
È lo spaccato di una famiglia extra-large in una società in cui è difficile trovare lo spazio per vivere, per essere accettati, per non essere considerati fenomeno da baraccone. In una società in cui lo Stato dovrebbe rendersi conto di aver a che fare con la vera risorsa indispensabile per la sua vita, e quindi risorsa da sostenere, promuovere, non penalizzare: “la famiglia”.

Ma la vita è più forte di tutto ciò: come il germoglio spunta anche dall’asfalto, queste famiglie ci sono e crescono rigogliose e se vi aprono le porte della loro casa scoprite tutti i tesori che in essa sono contenuti: vita in abbondanza, allegria a non finire, capacità organizzativa incredibile, solidarietà a tutto campo, capacità di adattamento, fantasia e tanto tanto amore!

Non solo: fra le righe, con estrema semplicità, vengono affrontati argomenti difficili della vita di coppia e con altrettanta semplicità si intuisce come sono riusciti a risolverli. Dalle difficoltà di papà dopo la nascita della primogenita nel vedersi messo in secondo piano dalla moglie, alla presenza assidua della suocera desiderosa un po’ troppo di dare una mano e quindi alla necessità di mettere “dei confini un po’ più definiti” tra le due case, alla difficoltà di trovare un equilibrio dopo i primi tempi di matrimonio e di come un incontro in parrocchia ha aperto loro gli occhi su possibili soluzioni, all’esperienza che “la nascita di una nuova figlia faceva molto bene al nostro matrimonio”. Difficoltà economiche, di lavoro e di alloggio sono state affrontate con speranza, comunione profonda e soprattutto con la Provvidenza (anche oggi si può toccare con mano la Sua presenza, se si è un po’ attenti).
Ancora: difficoltà educative, come risolvere i problemi con i figli. La parola che più torna è il “buon senso”, certo anche alcune regole, ma sempre accompagnate da spiegazioni, dal dialogo, dall’apertura verso l’altro, dal desiderio di amare e di comprendere più che di “regolamentare”.

Si colgono facilmente i valori che in una famiglia extra-large crescono quasi da soli: condivisione, rispetto, solidarietà, semplicità, socialità, essenzialità, capacità di accontentarsi con poco, apertura all’altro partendo dal più bisognoso, capacità organizzativa, inventiva, propensione al lavoro di squadra e sicuramente il desiderio di esportare il modello, perché no? numerosi è sinonimo di allegria e bellezza!
Non manca la paginetta che ti commuove, quella che ti fa sorridere e quella che ti fa scoppiare in fragorose risate; c’è l’episodio che potresti sottoscrivere come vissuto nella tua famiglia e sicuramente quello che ti fa riflettere e ti aiuta.

Raffaella Butturini

 

San Paolo Store