• it
La nuova sede Anfn Fermo!!

La nuova sede Anfn Fermo!!

349
Condividi

161113-anfn-sede-di-fermo-1

161113-anfn-sede-di-fermo-2

161113-anfn-sede-di-fermo-3

161113-anfn-sede-di-fermo-4

Finalmente è tutto a posto, tutti gli scatoloni ordinati e catalogati negli scaffali dopo un minuzioso e capillare gioco a tetris fatto a più mani … Mani di associati che sabato mattina, 5 novembre, hanno trascorso l’intera giornata a smistare e ordinare una quantità inimmaginabile di materiali dell’Associazione pervenuta in provincia di Fermo con due maxi-ducato pieni fino all’orlo … GRAZIE GRAZIE GRAZIE a Raffaello e Michela e ai loro figli Benedetta ed Alessandro, a Sara, ad Albano e Paola che insieme a Giancarlo, responsabile regione Marche e a noi, Manoe e Barbara, coordinatori provincia di Fermo, hanno lavorato per tutto il giorno (piccola pausa pranzo comunitaria!) …  a testa bassa, senza clamori, senza luci di scena, senza applausi … ma con tanta voglia di condividere e di dare un contributo alla nostra Associazione. Grazie anche a nostra figlia Indhia che ha fatto da babysitter ai figli piccoli di noi associati a casa e ha allestito la tavola per accogliere noi “lavoratori” per la pausa pranzo.

E un grazie infinitamente immenso a chi ha tenuto e gestito tutto il materiale fino ad oggi.

Sabato sera eravamo stanchissimi, impolverati e anche un po’ infreddoliti, ma è stata una bella giornata, soddisfacente e ricca di emozioni: ci siamo divertiti con le battute degli uomini, distratti con le chiacchiere delle donne, meravigliati dalle varietà di oggetti contenuti negli scatoloni, emozionati con le parole del nostro Presidente Giuseppe Butturini a metà mattina, stupiti dalla generosità dei   img-20161105-wa0010proprietari del locale che hanno messo a nostra disposizione trans pallet, scale, confezioni intere di scotch e altro materiale da imballaggio … nonché caffè, cappuccino e non solo per addolcire la mattinata …

A volte ci sembrava di essere come quei bambini che a Natale aprono il loro regalo non sapendo cosa contenga la scatola: solo che all’inizio la cosa era entusiasmante …. Poi, quando si sono iniziati ad accumulare scatoloni e scatoloni contenenti centinaia di t-shirt oppure gadgets di varia natura da contare e catalogare, l’euforia fanciullesca è cominciata a scemare …

È venuta meno anche dopo aver aperto tante scatole contenti decine di vaschette per la macchina del pane … ma in nessuno scatolone è stato ritrovato l’elettrodomestico per utilizzarle …. Oppure imbattersi in quattro ruspe giocattolo ma nessun trattore a pedali per provarle: che delusione per i papà non poter fare un giretto!!!

Il lavoro eseguito è stato minuzioso, strapreciso e ordinato … non ci siamo risparmiati per un attimo … Bè, alla fine abbiamo ceduto un po’: dopo che tutto era stato sistemato e posizionato ad hoc negli scaffali … spunta una polo grigia da bambino che non sapevamo proprio come catalogare, né come fare per arrampicarci e prendere lo scatolone oramai sepolto in fondo all’ultimo ripiano per riporla … e allora decidiamo di fare un regalo a Michele, il nostro quarto figlio, l’unico a cui poteva star bene …. Oppure ecco che alla fine spunta una costruzione “clem”, di quelle morbide per neonati, ma il “suo” contenitore è già stato chiuso con tre giri di nastro … allora apri il primo scatolone che ti viene davanti, la butti dentro e aggiungi la scritta “varie” !!!

Personalmente è sempre gratificante quando si lavora con lo spirito giusto, sotto lo sguardo paterno e rassicurante del “buon pastore” Giancarlo che con la sua infinita saggezza e pazienza emanava armonia tra noi associati e con l’appoggio di persone, i proprietari del locale, che non si sono risparmiati in altruismo e generosità …

Abbiamo cercato il nuovo locale per mesi e mesi: troppo piccolo, troppo costoso, troppo decentrato oppure diffidenza da parte dei locatori poiché non davamo garanzie sufficienti ma anzi pensavano dovessimo aprire un nuovo punto caritas o un punto di accoglienza per poveracci … Provvidenzialmente l’incontro con Anna, piccola donna dal cuore grande che quotidianamente fa volontariato in silenzio e umiltà, il figlio Andrea, ragazzo lavoratore e altruista e Angelo, marito di Anna, uomo dal vocione cupo e l’aspetto burbero ma di una generosità e bontà infinita: ogni volta che andavamo alla nuova sede per portare documenti o oggetti , trovavamo una sorpresa: il bagno nuovo, le scaffalature, le scrivanie e le sedie  a nostra disposizione, la ghiaia antistante la porta d’ingresso per non sporcare con la terra il locale, una gettata di cemento per facilitare l’accesso ai passeggini, nonché una recinzione per i bimbi su un giardinetto per evitare che i più piccoli si facciano male!!!

Ora non resta che continuare le nostre attività sempre più numerosi, sempre più uniti!!!

Dimarti Manoe e Isidori Barbara
Cell. 3291280878
E-mail: fermo@famiglienumerose.org