• it
ANFN a Roma dal PAPA con la nazionale calcio

ANFN a Roma dal PAPA con la nazionale calcio

347
Condividi

Entusiasmante esperienza di una giornata con il Santo Padre

Quando è arrivata la telefonata di Antonello che chiedeva se volevamo partecipare all’udienza con il Papa non ci abbiamo pensato due volte, subito abbiamo risposto di sì.
Quando poi ci ha detto che nel pomeriggio ci sarebbe stata la partita di calcio della nazionale “FAMIGLIE NUMEROSE” – “ CITTA’ DEL VATICANO” sono partiti subito i preparativi.
L’idea della partita e dell’udienza con il Santo padre si è trasformata in breve tempo in un evento molto importante e molto sentito,così che in più di 400 persone tra papà, mamme e figli sono partiti un po’ da tutta Italia, sfidando il tempo un po’ bislacco, alla volta di Roma.
Fortunatamente la neve l’abbiamo vista solo sui monti e una volta giunti in piazza San Pietro abbiamo trovato Antonello ed con Angela che ci hanno accolti con un bellissimo sorriso quasi di sollievo vedendoci arrivare puntuali.
Entrati in Sala Paolo VI il colpo d’occhio è stato veramente forte 7000 persone che attendevano di sentire la catechesi del Santo Padre, tratta, per l’occasione, dal Vangelo di San Luca.
Il nostro posto era nel I° settore Speciale proprio vicino al Papa,davanti a noi una famosa squadra di calcio spagnola: l’Atletico Madrid.
Al momento dei saluti, un Vescovo, presentando i vari gruppi,i ha finalmente detto :” ecco i rappresentanti dell’associazione nazionale famiglie numerose” e con un grido di gioia abbiamo alzato al cielo i nostri figli più piccoli.
Dopo le meravigliose parole del Papa che ha usato anche il nostro motto : “ più figli più futuro”, è successa un cosa veramente bella ed emozionante: tutti i presenti in piedi, girati verso il nostro gruppo, sono partiti in un lungo applauso, chissà che non sia questo l’inizio di un nuovo modo di considerare chi ha deciso di formare una bella e grande famiglia.
Antonello e Angela sono poi saliti a salutare il Santo Padre donandogli la maglietta della nostra Nazionale Calcio con il nome BENEDETTO XVI e il numero 16.
Il Papa con un sorriso paterno ha detto ad Antonello :”Mi avete ingaggiato!!!”
E stata veramente un’esperienza emozionante ed in alcun momenti anche toccante e sarà sicuramente la prima di molte altre.
Dopo un veloce pranzo, per la gioia dei più piccoli, partenza in metro alla volta della Basilica di San Paolo fuori le mura, dove, nel centro sportivo San Paolo, si è svolta la partita di calcio.
All’ingresso in campo si è subito visto la differenza di età e di “peso” (nel senso di kg) delle due squadre.
Il Vaticano molto più giovane e snello, noi più maturi e ben piantati in terra.
Partito alla grande il Vaticano è passato in vantaggio, ma l’esperienza e la saggezza dei papà in campo ,ha fatto sì che il risultato alla fine cambiasse…2 a 1 per le famiglie numerose. Alla fine della partita il microfono all’instancabile Antonello che ha ringraziato tutti gli artefici di questa indimenticabile giornata e ha promesso grandissime manifestazioni in tutt’ Italia a cui saremo invitati tutti a partecipare.
Anche noi vogliamo ringraziare:
Prima di tutto le famiglie che hanno partecipato, è importante esserci per dire la nostra ….
Poi gli addetti del vaticano,guardie svizzere comprese, per l’accoglienza e la pazienza, non sempre la sala Nervi è invasa dai passeggini e da tanti bambini …
I due marcatori Roberto Peritore e Dossi Nicola, l’importante e partecipare … vincere è più bello ….
I Giocatori della Nazionale Calcio Famiglie Numerose e il magazziniere Beniamino Bazzoli.
Infine un grandissimo ringraziamento va ad Antonello per l’impeccabile organizzazione di tutto,grazie per la volontà e l’amore con cui ti metti a disposizione di tutti e grazie anche ad Angela. Dietro a un grande uomo c’e’ sempre una grande donna!
Alla prossima
Roberto e Armanda Perotti

ESPERIENZA DEL 15/FEBBRAIO/2012 UDIENZA CON IL PAPA BENEDETTO XVI IN VATICANO

Io e la mia famiglia abbiamo raggiunto la capitale il martedì pomeriggio. Abbiamo colto l’occasione per visitare le bellezze che Roma offre. Nel giare per la città abbiamo incontrato famiglie numerose che come noi erano arrivate il giorno precedente all’udienza. Vedere questi genitori, con bambini così piccoli, mi ha riportato alla mente quando anche io, come loro, facevo la conta per controllare che le mie cinque figlie ci fossero tutte.
E così arriva il giorno tanto atteso, già la mattina appena alzati il pensiero che dopo poche ore avremmo incontrato il Santo Padre ha suscitato in noi tanta curiosità ed emozione. Conclusa la Catechesi il Papa nel fare i saluti ha presentato tutti i gruppi presenti in sala. Tutti alzavano striscioni o sbandieravano fazzoletti colorati, noi invece ci siamo “distinti” abbiamo potuto alzare i nostri bambini, dono di Dio e frutto del nostro amore. Infine Antonello a raggiunto il Santo Padre portandogli in dono la maglia della nostra Nazionale con inciso la scritta Benedetto e il numero sedici.
Il pomeriggio nel campo sportivo dell’oratorio di San Paolo fuori le Mura si è tenuta la partita di calcio: Nazionale famiglie numerosa contro Nazionale Vaticano. Vedere i papà che si impegnavano per dare il meglio di loro con divertimento e determinazione ha portato un’atmosfera serena e amichevole. Una cosa che mi ha colpito molto è stata la complicità e il rispetto che c’era nel campo da calcio. Terminata la partita, che ha portato ad un’altra vittoria la ANFN, si è tenuto un piccolo rinfresco, offerto dal Vaticano, dove ci si è scambiati gli ultimi saluti prima del ritorno nelle propie abitazioni dandoci appuntamento alla prossima occasione.
Un ringraziamento particolare va ad Antonello, per l’impegno che ci mette nell’organizzare questi splendidi eventi.
Famiglia Bazzoli


Pensieri di una mamma

Nei giorni precedenti lʼ appuntamento, ci informiamo riguardo alle previsioni metereologiche e
guardiamo contemporaneamente la TV: Blocco Italia per neve, gelo e freddo…
Quindi giro di telefonate: tutto confermato. LE FAMIGLIE NUMEROSE NON HANNO PAURA DI
NIENTE.
Sembra il motto che ci fa muovere e ci sollecita.
Così partiamo: ognuno esce dalla propria casa – allʼ ultimo momento senza perdere troppo
tempo – martedì 14 nel primo pomeriggio alla volta di Roma (più o meno per tutte le famiglie è
così). La macchina è piena, il viaggio scorrevole seppur lungo, la strada bella. Ciò ci favorisce…
Entriamo in Roma, per le vie del centro in macchina: che maestà!
Arriviamo allʼ ostello dove ci accoglie un letto per qualche ora di sonno. Poi alle prime luci del
15 VIAAA… per PIAZZA SAN PIETRO con lʼ immancabile e sempre splendido giro della stessa.
Già qui ci guardiamo intorno e vediamo arrivare “strani” nuclei come noi: la coppia e intorno
4, 5, 6, 7, 8, 9 bambini, diverse le altezze – le età – i nomi ma un solo comune denominatore
“numerosi”, solidali sorridenti e positivi già dai primi sguardi. Sì ANFN e in sua rappresentanza
la SQUADRA DELLA NAZIONALE DI CALCIO ANFN (e rispettive famiglie intere) con appuntamento
alle ore 9:00 allʼ ingresso della splendida Sala Nervi per partecipare allʼ udienza del
Papa BENDETTO XVI. Entriamo accompagnati dallʼ organizzatore dellʼ evento Antonello Crucitti
fino al settore 1 Speciale. Tutti prendiamo posto e ci salutiamo, la sala intera (7.000 posti) si
prepara riempiendosi in fretta di fedeli da tutto il mondo. Lʼ impatto coreografico è giovane, vivace
e colorato. Il gruppo ANFN lo è ancor di più tra poppate, merendine, pappe, biscotti, succhi
di frutta, giochini e anche pannolini. I bambini si muovono parlando e giocando con la
propria voce e il proprio corpo…
Sono le 10:30 e il Papa acclamato e applaudito entra e saluta sedendosi sul suo trono sotto
lʼ imponente Cristo. Aprono lʼ incontro le letture bibliche cui segue la Lectio del Santo Padre fino
ad arrivare al saluto vicendevole di tutti i gruppi presenti annunciati nella lingua di appartenenza.
Tra questi ci siamo anche noi ANFN (una rappresentanza appunto di circa 300 persone tra
mamme, papà e bambini). Il Papa con la sua grande competenza teologica ci parla, il suo discorso
è intercalato da momenti di applauso sempre più forte e partecipato:
“SALUTO CON AFFETTO I RAPPRESENTANTI DELLʼ ASSOCIAZIONE NAZIONALE
FAMIGLIE NUMEROSE.
NELLʼ ODIERNO CONTESTO SOCIALE I NUCLEI FAMIGLIARI CON TANTI FIGLI COSTIUISCONO
UNA TESTIMONIANZA DI FEDE, DI CORAGGIO E DI OTTIMISMO

Perchè senza figli non cʼè futuro!!!

(Tutti avvertiamo nel tono del Papa una precisa convinzione affermata con tono deciso e grintoso)
AUSPICO CHE VENGANO ULTERIORMENTE PROMOSSI ADEGUATI INTERVENTI SOCIALI
E LEGISLATIVI A TUTELA E A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE PIUʼ NUMEROSE PERCHEʼ
QUESTE FAMIGLIE COSTITUISCONO UNA RICCHEZZA E UNA SPERANZA PER Lʼ INTERO
PAESE”.

Noi tutti siamo in ascolto, lʼ entusiasmo ci pervade, siamo commossi, in piedi con gli occhi lucidi,
i bambini attorno a noi, un poʼ tra le nostre braccia, un poʼ in piedi sulle sedie e addirittura i più
piccoli in spalla ai fratelli già alzati sulle sedie, un poʼ alzati in alto dai papà e dalle mamme…
Tutti attorno al nostro stendardo

Più bimbi, più futuro!

Ora il nostro affetto accompagna Antonello e sua moglie dal Papa con la maglia della squadra
con scritto:

Benedetto 16
ASSOCIAZIONE NAZIONALE FAMIGLIE NUMEROSE

Il Papa felice per lʼ inaspettato dono confida a loro il sentimeno di sentirsi accolto
dallʼ Associazione con una stretta di mano che fatica a lasciarsi!
Con che carica ci apprestiamo ad uscire dalla sala!
Non da ultimno ci arriva il messaggio del nostro Presidente ANFN, Mario Sberna che con gioia
ci comunica di averci riconosciuto al TG1 nel servizio appena mandato in onda.
La squadra dei papà è ora ancor più pronta a giocare la partita contro la squadra della Nazionale
del Vaticano.
Tutto inizia alle ore 15:00 presso lʼ Oratorio San Paolo: blu vs gialli, sugli spalti le mamme e i
bambini con entusiasmo a gridare “Forza Bluuuu!!!.

E dopo 90 minuti esaltanti 2 – 1 per i papà.

IL BELLO DELLA VITA!!!!

Bravi grintosi e forti!

Quale testimonianza migliore di un bene vissuto?
Barbara mamma di Tommaso, Gaia, Viola e Pietro con papà Pier Mauri