• it
SANTA PASQUA DI RESURREZIONE 2014

SANTA PASQUA DI RESURREZIONE 2014

12 views
Condividi

E vide e credette (da Gv. 20,
1-9).

Avvertiti da Maria Magdalena, Simon Pietro e Giovanni corrono al
sepolcro. E’ Giovanni a giungere per primo: chinandosi, vede le bende
arrotolate, ma non entra. Giunto anche Pietro, entra nel sepolcro: vede le
bende, il sudario arrotalato e posto su un lato. Entra, dunque, anche
Giovanni: e vide e credette
.

Carissimi amici di Famiglie
Numerose,
affrettiamoci anche noi al luogo in cui è stato deposto
Gesù! Entriamo anche noi in quel luogo che era di morte per scorgere i
segnali di vita: vediamo e crediamo! Cristo è risorto, non muore
più! La Vita ha vinto la morte e su di essa non ha più potere.
Tutto
ciò riempie il nostro cuore di gioia e ci invade la speranza: nulla
c’è più da temere: il Signore è con noi, fino alla fine dei
tempi! Come annunciato sul giornalino Viesti (Le notizie), dopo
dodici anni mi accingo a lasciare San Pietroburgo: il Signore, infatti, mi
chiama attraverso l’Obbedienza a far parte della Fraternitâ
Francescana di Ussurijsk, a circa un centinaio di chilometri da
Vladivostok, dove mi occuperò in particolare di una struttura di
accoglienza per adulti senza dimora.
Il traferimento avverrâ di
fatto tra qualche settimana (non escludo prima un salto in Italia),
e desidero ora ringraziare il Signore per il grande dono concessomi di
aver vissuto nella Fraternitâ di San Pietroburgo in questi anni: Lo
ringrazio per l’esperienza di fede, di fraternitâ, di caritâ e di
testimonianza evangelica e francescana che ho potuto sperimentare qui al
nord! Ed assieme al Signore ringrazio anche tutti coloro che hanno, in
tutti questi anni, fatto sentire la loro vicinanza e dimostrato il loro
sostegno concreto con la simpatia e la preghiera: un legame che non si
spezza facilmente e che, mi auguro, possa continuare anche in futuro a
restare saldo nonostante le distanze si allunghino di una decina di
migliaia di chilometri in più; ed i fusi orari di differenza diventino
una decina.
Al Cristo, il Risorto affido questa nuova avventura a
cui sono chiamato e mi affido anche ancora una volta alla vostra amicizia
e preghiera: una preghiera che contraccambio di vero cuore.
Tantissimi
auguri di Buona Pasqua!
Da San Pietroburgo, con
riconoscenza
Invernizzi frate Stefano


Carissimo frate Stefano
grazie per aver condiviso in questi anni anche con le nostre famiglie la tua esperienza che è stata per noi tutti una testimonianza di fede.

Certamente potremo continuare a restare in contatto, infatti anche noi stessi non ci siamo mai conosciuti di persona,
ma è Altro quello che ci unisce nonostante le migliaia di chilometri che ci separano.
Potrai continuare a contare sulle preghiere delle nostre famiglie, come noi tutti conteremo sul tuo costante ricordo.
Un abbraccio a nome di tutta ANFN
Alfio e Emanuela

Frati Minori – Notizie da Viesti N. 04/2014