• it
La mia meravigliosa esperienza a Budapest

La mia meravigliosa esperienza a Budapest

134 views
Condividi


Era la prima domenica di settembre quando sono partita, piena di aspettative e curiosità, per l’International Advocacy Workshop a Budapest in rappresentanza dei giovani Anfn.

Essendo così giovane e avendo saputo che avrei incontrato tante personalità di rilievo ero un po’ impaurita, ma anche vogliosa di assorbire tutto il possibile da questa nuova esperienza.

Oggi, dopo un lungo viaggio sono tornata a Torino, la città in cui studio, piena di nostalgia e gratitudine per aver avuto l’opportunità di far parte di questo bellissimo progetto.

Budapest è una città davvero meravigliosa e fin dal primo momento mi ha rapita con la sua architettura neogotica e barocca e con lo stupendo tramonto che ogni sera osservavo dalle sponde del Danubio.

Durante i tre giorni del workshop ho avuto modo di conoscere e instaurare una forte amicizia con persone provenienti da tutto il mondo (Svezia, Estonia, Lituania, Nicaragua, Brasile, Francia ecc…), molte delle quali interessate ad approfondire i vari progetti portati avanti dall’Associazione e dall’ELFAC e per questo motivo desiderose di avviare una collaborazione. A favorire queste relazioni una grande passione comune: il benessere della famiglia.

E proprio la Famiglia, cellula fondamentale della società, è stata in questi giorni analizzata in tutti i suoi aspetti.

Si è parlato dell’importanza di guardare ad essa non come una strategia sociale, ma come il futuro della società, di come per applicare delle politiche familiari efficaci sia necessario guardare alla famiglia in tutte le sue fasi e prestare attenzione a tutti i suoi componenti. Un altro punto di vista molto interessante è stato, inoltre, quello di alcuni rappresentanti dell’IFFD (International Federation for Family Developement), i quali lavorano per le Nazioni Unite e ne hanno spiegato i meccanismi e i principali obiettivi per quanto riguarda le politiche familiari.Altri temi trattati sono stati per esempio i “Sustainable development goals”, il ruolo delle famiglie numerose e l’uguaglianza di genere.

Tutte queste argomentazioni si sono rivelate molto interessanti, ma i momenti che più ho preferito sono stati i dibattiti costruttivi che si sono creati tra i partecipanti del workshop, i quali si sono mostrati davvero brillanti, appassionati e pieni di idee.

Con alcuni di essi ho avuto anche la possibilità di condividere la partecipazione al “Budapest Demographic Summit III” all’interno del quale è stato rincuorante vedere la presenza di tanti primi ministri ed esponenti di diverse parti del mondo concordi nell’affermare quanto sia importante investire sulla famiglia per combattere la forte decrescita demografica e il calo della fertilità (molti di essi facevano parte di famiglie numerose!).

Si è trattato insomma per me di un’esperienza davvero straordinaria!
Ho partecipato a tutte le conferenze con grande entusiasmo ed interesse, e proprio per questo motivo ho intenzione di approfondire tutti i temi trattati. Sono sempre più convinta che essi siano oggi fondamentali e che lo saranno di sicuro nelle mie scelte lavorative future.

Spero di avere l’opportunità di continuare a vivere esperienze di questo tipo nel mio futuro prossimo e sono davvero grata all’associazione per avermi dato fiducia.

Chiara Ledda