• it
La carica dell’ANFN….

La carica dell’ANFN….

15 views
Condividi

Di solito il rientro da una vacanza è accompagnato da un velo di tristezza, ma quando si rientra da un raduno delle Famiglie Numerose si porta nel cuore la gioia di ciò che si è vissuto e la carica di volerlo trasmettere a tutti coloro che non ci conoscono o che non conoscono la bellezza dello stare insieme.
Noi che siamo coordinatori, occasioni di incontro ne abbiamo avute tante, ma ogni volta è sempre nuova. Quest’anno siamo partiti “numerosi” dalla nostra provincia: oltre 60 persone tra figli e genitori. Per alcune delle famiglie era la prima volta, quando alla fine abbiamo chiesto le impressioni, con gli occhi prima e con le parole dopo esprimevano il loro entusiasmo.
Questa è la spinta che ci da la carica a fare tante cose per l’ANFN: l’entusiasmo delle famiglie!
Con orgoglio, siamo contenti anche del fatto che su 30 animatori ufficiali 10 provenivano dalla nostra provincia e stiamo parlando dei nostri figli più grandi, che al rientro, stanchi per tutto il lavoro svolto, continuavano a raccontare divertiti la loro meravigliosa esperienza. Tutto questo ci riempie il cuore di gioia e tenerezza.
Una vacanza così completa solo con la nostra Associazione potevamo riuscire a farla.
L’unica nota stonata in tutta questa magica festa è stato il luogo che ‘non’ ci ha accolto affatto. Gli anziani infastiditi dalla presenza di tanta gioia e vita che portano i bambini e le varie strutture alberghiere che per molti sono state di basso livello. A noi è andata benissimo: la struttura ci ha accolto bene, ha preparato menù per noi e il personale è gentile con tutti. Penso che a colazione i due camerieri non avevano mai servito tanti biberon insieme. A tutti loro va il nostro ringraziamento. Comunque anche il Comune di Fiuggi è bene che si interroghi, come tutte le realtà territoriali, per diventare una città a misura di famiglia.
Per quanto riguarda i contenuti dell’Assemblea, apprezziamo molto che ci sia stato tanto tempo a disposizione per gli interventi da parte degli associati, ma è importante che si siano aperte le porte del Consiglio Nazionale alle diverse zone d’Italia, in modo da dare voce a tutti. Noi siamo tra i nuovi eletti del Consiglio.
Non immaginavamo mai di ricevere l’invito alla candidatura dal Presidente, abbiamo accettato perché abbiamo tanta volontà, anche se l’esperienza è poca; speriamo di non deludere nessuno e di riuscire a dare un buon contributo alla crescita di ANFN.
Rosaria e Salvatore Masia