• it
Il Tirreno: La famiglia Leoni apre un negozio virtuale

Il Tirreno: La famiglia Leoni apre un negozio virtuale

6 views
Condividi

Hanno imparato sul campo come si fa a non buttare via soldi per niente Ecco la loro esperienza

FRANCESCA GORI

PRATO. Del risparmio hanno fatto un’arte. E ora hanno deciso anche di provare a guadagnarci qualcosina. Diventando assistenti alle compravendite su eBay, il sito di aste online più frequentato del pianeta. La famiglia Leoni, babbo, mamma e 10 figli è sbarcata sul web. Con un “drop shop” che si chiama Tesoretto, aperto pochi giorni fa dai due neodiplomati Francesco e Damiano.
Un’idea, quella dei due giovani Leoni, per sbarcare il lunario in attesa di trovare il loro primo lavoro vero. Ma anche per mettere al servizio di tutti gli internauti i preziosi consigli e i metodi di risparmio di una delle famiglie più numerose di Prato. Che su eBay compra e vende parecchio, come dimostrano i 388 feedback collezionati. «Da tempo acquistiamo i ricambi per i cellulari – spiega papà Leoni – che nei negozi costano cari ma che su Internet si trovano a molto meno, ma anche gli hard disk per il computer e altre cose elettroniche. Due anni fa abbiamo comprato un phon per i capelli professionale, ma a una prezzo convenientissimo. E se da due anni funziona bene a casa nostra che siamo tanti, segno che è un oggetto di qualità».
Convinti che risparmiare quindi sia possibile, anche quando tra bambini, ragazzi e adulti ci si siede a tavola in dodici e la spesa diventa oversize ogni volta che si entra con il carrello al supermercato, Damiano e Francesco hanno deciso di aiutare chi vuole svuotare la soffitta o vendere online il regalo di Natale o di compleanno che proprio non gli è piaciuto. Ricavandoci pochi euro da tenere in tasca in attesa di trovare un lavoro vero.
Nel negozio virtuale inaugurato dai Leoni, che si chiama “Tesoretto”, ci sono già 16 oggetti: un trapano, una valigetta con i colori, cellulari, phon e piastre per i capelli e anche i libri scolastici. Ed è proprio sui libri per le scuole che si apre una nota dolente per il capostipite della famiglia oversize. «Quest’anno il banco libri per gli studenti non c’è – spiega papà Leoni – e la spesa per i libri scolastici è spesso un vero salasso per le famiglie. Tra le cose che abbiamo messo in vendita quindi, siamo felici di avere anche dei libri scolastici perché così qualcuno potrà trovare il libro che gli serve senza doverlo pagare a prezzo pieno». Ma se i due giovani Leoni, Francesco e Damiano (diplomati in grafica pubblicitaria e ragioneria) si sono lanciati nel business online, dove sono diventati espertissimi anche ad acquistare regali per le fidanzate, per le sorelle e per i fidanzati delle sorelle, facendoli felici e spendendo poco, le giovani di casa preferiscono invece andare direttamente a vendere nei mercatini dell’usato gli oggetti ormai messi in soffitta. «Anche in questo caso – dice babbo Leoni – le nostre figlie più grandi non ricavano certo uno stipendio. Ma almeno racimolano quei pochi soldi che permettono loro di togliersi qualche piccola soddisfazione».
Ma se l’idea di partenza è quella di trasformare i vecchi oggetti lasciati in soffitta in un tesoretto, come promette la pagina web dei Leoni, grazie al sistema di vendita online, i due giovani hanno attivato anche un servizio che permette a chi non ha una gran dimestichezza con eBay di acquistare online stando lontani dalle fregature. E soprattutto, spendendo il meno possibile.