• it
Il Forum Famiglie Lazio boccia il ddl Cirinnà

Il Forum Famiglie Lazio boccia il ddl Cirinnà

593
Condividi

Per la presidente Emma Ciccarelli «se la legge passasse si aprirebbe la strada del ricorso all’utero in
affitto. Diverse le criticità normative»
Emma Ciccarelli, presidente del Forum delle Associazioni familiari del Lazio è chiara a proposito della
legge sulle unioni civili che, a giorni, approderà in Senato: «Non ci piace». Un “no” forte che viene motivato
da «diverse criticità che se passassero rischierebbero di creare confusione e ambiguità normative, in
particolare sui temi del matrimonio e nella disciplina delle adozioni».
Quest’ultimo, prosegue Ciccarelli, «se venisse depotenziato e snaturato indebolirebbe tutto il tessuto
sociale e civile; ecco perché riteniamo la normazione delle unioni civili non debba sovrapporsi a quella del
matrimonio». In particolare, in riferimento alla cosiddetta “stepchild adoption”, per Ciccarelli si tratta «di una
strategia normativa che apre la strada in Italia al ricorso all’utero in affitto oltre che generare problemi
identitari al minore».
Sono queste le ragioni che porteranno il Forum a partecipare alla manifestazione del 30 gennaio:
«Siamo consapevoli che la nostra battaglia per il ritiro di questa legge non si ferma qui. Stiamo avviando in
sinergia con gli altri Forum Regionali e con il Forum nazionale una serie di azioni che portino ad una
modifica radicale dei contenuti della legge. Chiediamo che il parlamento tenga in debito conto della volontà
popolare e non emani leggi che non ne siano sua espressione. Piuttosto si ritiri il disegno di legge per una
più pacifica e condivisa elaborazione e ci si concentri sui tanti problemi reali del paese».

Link Notizia
Alfonso e Maria Elisabetta Pozio

Condividi
Previous articleTorniamo in Piazza
Next articleBen arrivata Greta