• it
Giuseppina è tornata alla Casa del Padre

Giuseppina è tornata alla Casa del Padre

175 views
Condividi

Oggi Giuseppina, mamma di Filomena Cappiello è volata in cielo.
Filomena e il marito Mauro sono i referenti della nostra associazione per il  progetto Network Comuni amici della famiglia.

Il Consiglio Nazionale, a nome di tutte le famiglie dell’associazione, esprime a Filomena ed alla sua famiglia la vicinanza in questo momento di sofferenza per il distacco terreno, seppure consolati dalla certezza che un giorno riabbracceremo i nostri cari.


 

Cara Nonna,
voglio dirti qualche parola visto che sono sicura che tu sia lassù che ci ascolti e che ci guardi. Mi sento tanto fortunata. Mi sento tanto fortunata ad averti potuto vivere fino ad ora e di poterti ricordare fino all’ultimo con la tua voglia di vivere e con la forza che ti ha sempre contraddistinto. Non ti sei mai abbattuta. Ci sono tante cose che sono successe nella tua vita, per le quali molte persone si sarebbero fermate e non avrebbero continuato a brillare come hai sempre fatto tu. Qualsiasi cosa ti succedesse ti sei sempre rialzata con la voglia di amare ancora di più gli altri e renderli felici, ed è proprio di questo che ti sei sempre nutrita. I miei amici mi dicono sempre che se c’è una cosa che ammirano molto
di me è di saper ridere e prendermi in giro quando mi succede qualcosa di brutto e questo per me è un bellissimo complimento perché l’ho preso da te. Fino all’ultimo hai sempre ironizzato sui tuoi acciacchi e mi ricordo benissimo come hai riso quando non riuscivi a salire sulla macchina per venire alla mia laurea e ti dovevi far aiutare. Per questo sei sempre stata una grande fonte di ispirazione. Mi hai sempre detto che il motivo per cui sei rimasta con noi così tanto nonostante i tuoi mille problemi è che le persone cattive non muoiono. Quindi sono sicura che probabilmente nell’ultimo periodo ti sei comportata troppo bene e hanno deciso che era arrivato il momento che il tuo amore ce lo dessi da lassù. Guardandoci e proteggendoci ogni giorno. Noi ti ricorderemo come una nonna, una mamma, un’amica e una moglie meravigliosa e continueremo a viverti ogni giorno in tutte le cose belle che ci circondano e in tutte le cose che sanno di famiglia e di casa, perché tu non te ne andrai mai veramente. Non ti potrò più chiamare per dirmi come cucinare le cose, con te che ridi perché è la decima chiamata in 10 minuti, però ogni volta che cucinerò per i miei amici penserò a te, che hai cucinato almeno una volta per quasi tutte le persone che sono in questa chiesa, ne sono sicura. Ti vogliamo tanto bene. Continua a proteggerci da lassù e a ricordarci quanto l’amore possa abbattere ogni ostacolo e che un sorriso può illuminare anche il momento più buio.
Ti ricorderemo così nonna. Vivrai per sempre nei cuori. Buon viaggio.

Chiara Ledda