• it
Famiglie numerose, tante belle testimonianze

Famiglie numerose, tante belle testimonianze

216 views
Condividi

Rogno è un antico borgo in provincia di Bergamo ma diocesi di Brescia, oggi abitato da poco meno di 4mila anime. Qui la cicogna è arrivata più volte nella casa di Emanuele e Renata Pizzatti, coordinatori Anfn di Brescia. La prima volta 33 anni fa, dopo due di matrimonio e uno di fidanzamento, quando Renata portò alla luce Rossella. Dopo di lei,
in fila: Alessandro, Gabriele, Giulia, Paolo, Camilla, Raffaele. Tommaso, l’ultima new entry, ha 12 anni, 21 in meno della primogenita. scherza Emanuele, che si occupa di inserimento lavorativo di giovani in situazione di disagio.
Merito della condivisione del poco che c’è sempre stato in casa. Una casa storica, ereditata dai nonni materni, ricca di cantine, garage, solai che, a poco a poco, si sono modellati a di una famiglia che si faceva sempre più larga. E dalle cui finestre sono uscite, negli anni, le note dei tanti strumenti musicali suonati da ragazzi: l’organo, il pianoforte, l’oboe, il clarino, la chitarra, la batteria, la tuba.
Nella loro storia d’amore Emanuele e Renata hanno anche deciso di aprirsi all’affido. Curioso come un discreto numero di coppie con molti figli naturali abbia deciso di , come hanno raccontato Nicola ed Elena Pergola, coordinatori Anfn della Basilicata, genitori di sette figli, in occasione dell’incontro dei coordinatori Anfn.
Curioso anche come un numero crescente di genitori di prole numerosa (ad oggi circa un centinaio provenienti da ogni angolo d’Italia) – seguiti dagli esperti della scuola di consulenza di Raffaello Rossi – si stia preparando a divenire consulente familiare riconosciuto da Aiccef. Ne hanno dato testimonianza Raffaella e Giuseppe Butturini, ex presidenti di Anfn.
Ieri sera, all’hotel Fonte Angelica di Nocera Umbra, la celebrazione eucaristica presieduta da monsignor Claudio Giuliodori, assistente ecclesiastico nazionale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.
Questa mattina l’assemblea dei soci con l’approvazione del bilancio associativo. E la premiazione delle migliori tesi di laurea dedicate alla famiglia, promosso da Anfn (e che aveva, in giuria, tra gli altri anche il nostro Luciano Moia).
Il primo premio è andato a Sara Braito, laureata in Scienze dell’educazione primaria a Padova con una tesi magistrale ricerca sul rapporto tra scuole e famiglia.

 di Andrea Bernardini