• it
Carta della Famiglia, al via la procedura per i Comuni

Carta della Famiglia, al via la procedura per i Comuni

72
Condividi

Questo articolo è indirizzato  sopratutto agli “adetti ai lavori”, ma come sempre è meglio essere dei cittadini “informati”, in modo da poter sollecitare in caso di bisogno, le nostre amministrazioni comunali.

 

Oggi si realizza la prima fase operativa della Carta della Famiglia, la card sconti riservata ai nuclei familiari con almeno tre figli minori e un ISEE in corso di validità non superiore ai 30mila euro, istituita con il Decreto Interministeriale del 20 settembre 2017.

La tessera è emessa dai singoli Comuni che, dalla data odierna, hanno a disposizione la procedura a loro riservata per il rilascio della Carta. Per accedervi i referenti comunali dovranno registrarsi tramite l’apposito form e riceveranno – a seguito di una verifica dei dati inseriti – le credenziali di accesso.

Come funziona la Carta della Famiglia? Uno dei genitori la richiede al Comune di residenza dichiarato nell’ISEE, diventando titolare della stessa e responsabile del suo utilizzo. La card, che ha una durata biennale (dalla data di emissione) e non è cedibile, consentirà il riconoscimento di sconti sull’acquisto di beni o servizi, ovvero a riduzioni tariffarie, concesse dai soggetti pubblici o privati che vorranno aderire all’iniziativa convenzionandosi con i Comuni, le Regioni e/o il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a seconda della diffusione territoriale delle agevolazioni.

Su questo sito sarà data comunicazione delle convenzioni attive ai diversi livelli territoriali.

Vai al form riservato ai Comuni 

Per maggiori informazioni, vai alla sezione dedicata

Fonte: www.lavoro.gov.it