• it
ANFN incontra il Prefetto di Macerata

ANFN incontra il Prefetto di Macerata

10 views
Condividi

Mercoledì 26 ottobre una nostra delegazione ha avuto un incontro con il Prefetto dott.Piscitelli presso l’Ufficio Territoriale del Governo a Macerata, in seguito all’iniziativa, a carattere nazionale, “Campagna Prefetti 2011-azione nonviolenta“.
La Campagna prevedeva numerosi invii postali all’attenzione di ogni singola Prefettura, allo scopo di far prestare attenzione, nel modo più ampio possibile, alla denuncia espressa dalla nostra Associazione.

L’incontro concordato, tempestivo e cordiale, ha permesso ai “nostri”, Bettucci Giancarlo e Mariella coordinatori regionali delle Marche ed a Paolo Prioretti coordinatore provinciale di Macerata, di poter presentare ed argomentare la situazione estremamente difficile nella quale si trovano oggi le famiglie.
In modo particolare quelle con più figli, vista la totale assenza di adozione del dettato costituzionale (art.31 della Costituzione della Repubblica Italiana) anzi della presenza asfissiante di numerose iniquità (tariffe utenze urbane, ISEE, imposte, ecc.) e nonostante le rassicurazioni fatte dal mondo politico purtroppo ormai da troppi anni.
Rassicurazioni del riconoscimento del ruolo fondamentale e sussidiario della famiglia.
Riconoscimento che si è dimostrato di poca rilevanza se limitato a proclami o richiami solo valoriali e culturali.
Il nostro paese ha ormai in sè sempre più evidenti le ferite che dimostrano quali danni sono stati provocati all’intero tessuto sociale, nella totale assenza di politiche familiari efficaci.

Durante l’incontro, si è concordato sul fatto che, così come è importante “comunicare al mondo” il valore della generosità (ricchezza associativa e di volontariato), della operosità (ricchezza della nostra piccola e media imprenditorialità), della genialità (il made in italy), viceversa non possiamo persentarci al mondo come un paese che ha fatto della famiglia e delle politiche familiari un primato.
Per contro oggi siamo il paese con il più basso tasso di natalità e con la più carente assenza di politiche familiari.

Il Prefetto si è impegnato a presentare con il massimo della chiarezza e della sensibilità, le esigenze ed il messaggio che si è voluto inviare al governo italiano auspicando una accoglienza fattiva ed operosa da parte dei ruoli istituzionali preposti.
paolo prioretti