Alfredo Caltabiano all’assemblea Anfn: “Grazie alla nostra associazione famiglie numerose sono un po’ meno sole”

    99 views
    Condividi
    L’aumento dell’importo dell’assegno unico per le famiglie con tre o più figli. L’aumento della soglia Isee entro la quale è stato possibile, lo scorso anno, usufruire del bonus sociale energia. L’estensione alle famiglie con tre o più figli della garanzia Consap sull’accessione o la surroga di un mutuo necessario all’acquisto della prima casa. L’inserimento nel Nadef – il documento di programmazione economica – di una legge delega del governo dedicata alle famiglie numerose. Sono alcuni dei «successi» rivendicati da Alfredo Caltabiano, presidente nazionale Anfn, l’associazione che raduna e dà voce alle famiglie numerose, in occasione della festa per i venti anni dell’associazione, che si è svolta nello scorso fine settimana ai due parchi tematici Aquafan e Oltremare a Riccione ed a cui hanno partecipato oltre mille persone, tra bambini, adolescenti e genitori.
    «Spesso da soli si riesce a fare poca strada: è dunque fondamentale condividere con altri percorsi comuni – ha proseguito Caltabiano».
    Da venti anni, in particolare, Anfn fa parte di Elfac, la federazione europea delle associazioni nazionali delle famiglie numerose, sorta pochi mesi prima dell’associazione italiana. «E la voce italiana negli ultimi anni si è sentita molto, in quanto presidente dell’Elfac è stata per due mandati (l’ultimo si concluderà a fine anno) la bergamasca Regina Florio».
    A livello nazionale, invece, Anfn fa parte del  Forum delle associazioni familiari «con cui portiamo avanti insieme battaglie, una su tutte sull’assegno unico».
    Dalla politica nazionale a quella locale: «Nel 2017 abbiamo sottoscritto un protocollo assieme alla Provincia di Trento e il comune di Alghero per la diffusione sul territorio nazionale del Network dei Comuni Amici della Famiglia, finalizzato alla diffusione – a livello locale – delle buone pratiche orientate al benessere familiare. Oggi sono oltre duecento i comuni che hanno aderito al network. Comuni diffusi in undici regioni e abitati da più di nove milioni di cittadini».