Riccione, il momento del congedo. Appuntamento il 1 settembre a Brescia.

    339 views
    Condividi

     

    Stanchi, ma felici. La festa per i venti anni di Anfn, l’associazione che raduna e dà voce alle famiglie numerose in Italia, resterà a lungo nella mente e nel cuore di chi vi ha partecipato. Due giorni intensi, vissuti in famiglia, di più, nella grande famiglia delle famiglie rappresentata da Anfn. Una storia d’amore iniziata vent’anni fa, come ricordava questa mattina il quotidiano Avvenire.
    È tempo di rientrare alla quotidianità. Un superlavoro per Paolo e Paola Nanni, referenti dell’unità grandi eventi, che hanno seguito l’organizzazione dell’iniziativa, cui si è unita anche Elfac, la federazione delle associazioni nazionali delle famiglie numerose in Europa, nata anch’essa nel 2004.
    Appena il tempo di riprendersi. E di unirsi al coordinatore regionale Emanuele Pizzatti e ai coordinatori provinciali della Lombardia che stanno preparando per il 1 settembre (da mattina a sera, al centro Artigianelli, in via Piamarta 6 a Brescia) la festa regionale delle famiglie numerose lombarde. Occasione, questa, per ricordare le origini dell’associazione, che a Brescia è nata grazie ad un incontro tra due papà di fronte al banco del pesce di un supermercato.
    Con Mario ed Egle Sberna, ci saranno i testimoni della prima ora, tra cui l’attuale vescovo di Bergamo (e allora vescovo di Brescia) Francesco Beschi, il sindaco di allora Paolo Corsini, l’onorevole Emilio Del Bono, vicepresidente del consiglio regionale della Lombardia («fu il primo a credere in Anfn» ricorda Mario Sberna); e fra’ Adriano Appollonio, il frate toscano capace di far catechesi grazie a giochi di prestidigitazione.