• it
Una Partita in Famiglia per la pace nel mondo: il sogno si...

Una Partita in Famiglia per la pace nel mondo: il sogno si è realizzato

660
Condividi

Con grande gioia si è realizzato il coronamento di questo grande sogno:
“Una Partita in Famiglia”
per la pace nel mondo in Israele
dal 5 all’8 settembre 2014

Carissimi famiglie,

voglio mettere in comunione con tutti voi la meravigliosa esperienza di questi 3 giorni trascorsi in Terra Santa dalla Nazionale Calcio Famiglie Numerose.
La Nazionale ANFN, è da 9 nove anni impegnata, con i suoi 15 papà e 110 figli, in partite di calcio che si disputano in tutt’Italia per manifestare la bellezza della famiglia e soprattutto della famiglia numerosa.
Questa volta si è usciti dai soliti schemi, si è andato oltre: ho sentito la necessità di accogliere l’invito di Papà Francesco di pregare per la pace nel mondo e per questo ho fatto si che si potesse realizzare in concreto con 3 partite interreligiose ed un pellegrinaggio nei luoghi Santi. Per la cronaca, si è giocato a Betlemme contro una rappresentanza di giovanissimi calciatori palestinesi di fede musulmana, che hanno vinto 5 a 4; a Nazareth contro le vecchie glorie del calcio locale nelle cui fila militano credenti di varie religioni dove abbiamo vinto per 5 a 1; ed infine a Gerusalemme contro calciatori professionisti Ebrei, che hanno vinto 5 a 1.

I giocatori della Nazionale Calcio Famiglie Numerose, iscritti all’ associazione, hanno accolto con entusiasmo il progetto e, in comunione spirituale con le proprie moglie ed i propri figli, si sono recati a Betlemme, Nazareth e Gerusalemme avendo come obbiettivo: giocare per la pace nel mondo e rappresentare tutte le sedicimila famiglie iscritte all’ A.N.F.N.
Ad accompagnare la squadre nelle visite ai luoghi simbolo della fede cristiana, tra i quali la grotta di Betlemme, il Santo sepolcro ed il cenacolo, é stato don Tommaso Morelli, padre spirituale della Nazionale Calcio, che con le sue omelie ed i suoi preziosi consigli, ha reso ancora più indimenticabile e speciale questa missione di pace alla quale il Signore chiama ogni cristiano.
La celebrazione delle lodi, i vangeli e le esperienze personali dei giocatori, hanno scandito i tempi della tre giorni calcistica.
Anche la celebrazione della Santa Eucarestia nella chiesa accanto al luogo simbolo della Istituzione Eucaristica, ha riservato grandi momenti di spiritualità e commozione.
Tutto questo è stato il coronamento ed il completamento spirituale di questa missione.
Inizialmente noi giocatori eravamo partiti con tante riserve e timori dovuti alla situazione contingente di Israele, ma poi il Signore, come fa sempre, ci ha preceduti e ripagati abbondantemente, facendoci ritornare in Italia e alle nostre famiglie con il cuore traboccante di gioia e di gratitudine.
Con l’augurio che tutto questo sia l’inizio per poter abbattere il muro delle separazioni e delle incomprensioni sopratutto religiose, ringrazio tutti quelli che hanno collaborato alla riuscita del progetto, non ultimo lo sponsor: ” la rivista Madre”.

Un abbraccio fraterno a tutti e a presto arrivederci a Roma!!!

Antonello Crucitti
Responsabile Nazionale Calcio ANFN

Potete vedere due servizi filmati su questo evento:

a cura di Franciscan Media Center Vivi la Terra Santa

a cura di Rai News