• it
Utero in affitto: per noi pratica immorale e incivile

Utero in affitto: per noi pratica immorale e incivile

484 views
Condividi

Roma, 20 mar. – (Adnkronos) – “A me sembra che, come giustamente ha affermato la ministra Eugenia Roccella, si stia cercando di spostare il dibattito dall’utero in affitto al diritto dei bambini.
E tutto questo nonostante i bambini siano ampiamente protetti dalle leggi italiane, anche nel caso di coppie omosessuali, attraverso l’adozione in casi speciali”.
Lo afferma all’Adnkronos Alfredo Caltabiano, presidente nazionale di Anfn, l’associazione che raduna e dà voce alle FAMIGLIE NUMEROSE.
“Il nocciolo della questione coinvolge l’eticità della pratica dell’utero in affitto. Su questo tema la nostra posizione è chiara: consideriamo questa pratica immorale e incivile.
Infatti l’utero in affitto sfrutta la madre surrogata come mero corpo, un oggetto, per soddisfare il desiderio di paternità di altre persone, e nega al bambino il diritto fondamentale di conoscere i propri genitori biologici e la propria eredità genetica – conclude Caltabiano – Il riconoscimento legale dei bambini nati attraverso la maternità surrogata, che in Italia è proibita, equivale a una violazione della legge. È come se dicessimo che il furto è un reato, ma poi riconosciamo come legittima la proprietà di
un bene rubato”.

(Giz/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 20-MAR-23 13:02 NNNN