• it
Riattivato il Quoziente Parma!

Riattivato il Quoziente Parma!

7 views
Condividi

Grazie alla forte determinazione delle Associazioni della Consulta delle Famiglie del Comune di Parma, con ANFN in prima fila, la giunta del Commissario Prefettizio Ciclosi ha deliberato il pieno ripristino del Quoziente Parma.
Tutto questo dopo gli interventi chiarificatori con la Consulta stessa che hanno consentito al Commissario Ciclosi di verificarne la bontà dello strumento, in particolare per le caratteristiche di equità e di flessibilità, caratteristica quest’ultima che è stata ulteriormente ‘provata’ sul campo in quanto ha consentito alcune modifiche che ne hanno permesso la sostenibilità rispetto alle risorse consentite dal bilancio preventivo 2012.
E’ una ulteriore prova della validità del Quoziente Parma, che si pone di fatto come ‘benchmark’ di riferimento per le tariffe ed i servizi, grazie anche alla sperimentazione sul campo avvenuta in tre anni di applicazione.
Un ringraziamento per questo positivo risultato a tutti coloro (associazioni e politici nazionali e locali) che hanno appoggiato la richiesta di ripristino del Quoziente Parma dopo l’iniziale sospensione ipotizzata a fine 2011.

Il testo del comunicato stampa del Comune di Parma:

Riattivato il Quoziente Parma
Come annunciato nelle scorse settimane, il commissario straordinario del Comune di Parma Mario Ciclosi ha disposto, nella seduta di Giunta di martedì, che la misura economica a favore delle famiglie, temporaneamente sospesa con il bilancio di previsione 2012, torni a essere applicata alle tariffe dei servizi educativi, e, in particolare, di nidi e spazi bambini, scuole dell’infanzia e centri estivi. Le nuove forme applicative hanno effetto a decorrere dal 1° gennaio 2012.
Il Quoziente Parma è un coefficiente correttivo di tariffa – introdotto nel 2010 dal Comune di Parma per primo in Italia – con lo scopo di rimodulare le tariffe comunali e l’accesso ai bandi in modo da renderli più “a misura di famiglia”. Attribuisce, infatti, maggior peso ai carichi familiari, con particolare riferimento al numero dei figli, alla condizione lavorativa dei genitori, alla presenza di anziani, di persone con disabilità, di figli in affido, e alla condizione di monogenitorialità.
La sospensione dell’applicazione del Quoziente Parma e, conseguentemente, delle riduzioni derivanti dall’applicazione dello stesso e dalle agevolazioni per famiglie numerose e affidatarie, era stata introdotta a partire a dal 1° gennaio 2012, a seguito dell’approvazione del bilancio previsionale per l’esercizio in corso.
La decisione era stata adottata per motivi tecnici. Successivamente, considerata l’importanza attribuita alle forme di sostegno alla famiglia e anche a seguito di un positivo confronto con le associazioni familiari della Consulta comunale, l’Amministrazione ha intrapreso un percorso, reperendo anche le risorse economiche nonostante la difficoltà della situazione attuale, grazie al quale sono state definite modalità applicative del Quoziente Parma adeguate alle capacità finanziarie disponibili e compatibili con l’equilibrio di bilancio che ne hanno permesso il reintegro.
Oltre a ciò, è stata ristabilita la possibilità di mantenere gli interventi a favore delle famiglie numerose che beneficiano di agevolazioni per la refezione scolastica.

Alfredo Caltabiano

Sito Comune di Parma
Gazzetta di Parma