• it
Nota del Tavolo Nazionale Affido in merito ai minori provenienti dall’Ucraina

Nota del Tavolo Nazionale Affido in merito ai minori provenienti dall’Ucraina

327 views
Condividi

TAVOLO NAZIONALE AFFIDO

Tavolo di lavoro delle associazioni nazionali e delle reti nazionali e regionali di famiglie affidatarie

Nota del Tavolo Nazionale Affido
in merito ai minori provenienti dall’Ucraina

Come Tavolo nazionale affido vogliamo esprimere: il nostro orrore su questa guerra e su tutte le guerre; la nostra vicinanza e sostegno al popolo ucraino e in particolare ai bambini e ai ragazzi e alle loro famiglie e vogliamo esprimere infine il nostro ringraziamento a quanti si stanno adoperando per la pace e per mettere in sicurezza il popolo ucraino.

La grande disponibilità che le famiglie in Italia stanno dando all’accoglienza temporanea delle mamme e dei bambini profughi dall’Ucraina, non ha stupito le Associazioni del Tavolo Nazionale Affido che da anni si occupano di rispondere ai bisogni dei minori e delle famiglie vulnerabili attraverso l’istituto giuridico dell’affido familiare.

Nel momento del bisogno, le famiglie sanno andare al cuore del bisogno dei bambini e delle loro famiglie.

Siamo grati di queste disponibilità che andranno sostenute ed accompagnate.

Sentiamo tuttavia anche l’esigenza, in questo frangente, che non siano date illusioni o fraintendimenti.

Pertanto, come già altri organismi hanno segnalato (da vedere la nota della Garante Nazionale Infanzia e le raccomandazioni del Ministero del Lavoro redatte dall’Università di Padova), desideriamo sottolineare alcuni aspetti:

  • Confidiamo che l’arrivo in Italia dei minori profughi sia coordinato dall’Ente pubblico: Ministeri interessati, Regioni, Prefetture, Comuni e Autorità Giudiziarie.
  • Confidiamo che vengano definite linee guida chiare sulle forme giuridiche di accoglienza e sia evitato l’ingresso di minori in famiglie e strutture, da parte di Enti privati.
  • Confidiamo che si vigili per mantenere i legami familiari che i minori hanno con i loro genitori, anche se sono rimasti in Ucraina,
  • Confidiamo che vengano definite delle modalità ad hoc per la preparazione all’accoglienza secondo quanto già realizzato nel caso dei MSNA (con l’intervento del T.M. e dei Servizi) e che siano doverosamente potenziati i servizi territoriali al fine di garantire preparazione prima e sostegno poi ai contesti di accoglienza che si creeranno.
  • Confidiamo venga posta attenzione nella fase di abbinamento di eventuali minori senza genitori, alle famiglie, con il necessario coinvolgimento delle Istituzioni preposte, per evitare attese improprie o eventuali forzature verso successive richieste adottive,
  • Confidiamo attenzione ad evitare forme di accoglienza, in  particolare per i minori che in Ucraina erano in orfanotrofi o in istituti per disabili, che ripropongano il modello degli istituti che in Italia sono superati dal 2006. Al tempo stesso sottolineiamo che per i bambini che vengono da situazioni di istituzionalizzazione prolungata, di non perdere il contatto con compagni ed educatori significativi e che permetta di comprendere le loro necessità psico-fisiche prima di un passaggio in famiglia.

10 Marzo 2022

segreteria@tavolonazionaleaffido.it
Rif. Cell. 3486424074

 

 

Le Associazioni e Reti del Tavolo Nazionale Affido

AI.BI.–Ass. Amici dei Bambini, Ass. COMETA, Ass. COMUNITÀ PAPA GIOVANNI XXIII, Ass. FAMIGLIE PERL’ACCOGLIENZA, ANFAA (Associazione Nazionale Famiglie Adottive e Affidatarie), ANFN (Associazione Nazionale Famiglie Numerose), CAM (Centro Ausiliario per i problemi minorili – Milano), CNCA (Coordinamento Nazionale Comunità di Accoglienza), COORDINAMENTO AFFIDO ROMA, COORDINAMENTO CARE, COREMI-FVG (Coordinamento Regionale Tutela Minori del Friuli Venezia Giulia), PROGETTO FAMIGLIA (Federazione di enti no-profit per i minori e la famiglia), UBI MINOR (Coordinamento per la tutela dei diritti dei bambini e dei ragazzi – Toscana), SALESIANI PER IL SOCIALE Federazione SCS/CNOS, AFFIDAMENTO.NET Liguria Co.Fa.Mi.Li Componenti Osservatori : ASSOCIAZIONE FRATERNITA’,Fondazione L’ALBERO DELLA VITA Onlus.