• it
La famiglia Bettucci si racconta

La famiglia Bettucci si racconta

545 views
Condividi

Eccoci oggi a scoprire qualcosa della famiglia Bettucci, Giancarlo e Mariella con il loro sette figli. Anche loro una delle prime famiglie associate ad Anfn, e una presenza sempre disponibile e importante per le necessità dell’associazione, sia a livello locale che nazionale, dal 2019 fanno infatti parte anche del Consiglio Nazionale.

Raccontateci qualcosa di voi, come vi siete conosciuti?

I nostri occhi si sono incrociati per la prima volta nel “lontano” novembre del 1970 ad un incontro fra giovani e giovanissimi della nostra parrocchia. Io avevo 14 anni e mezzo e Mariella 13 e mezzo. Un “colpo di fulmine”? Non lo sappiamo ma possiamo dire che quello che in quel giorno è cominciato… ancora dura! Ci siamo sposati il 26 dicembre del 1978 giorno di S. Stefano (diacono e martire).  Il Natale è la festa della Famiglia e il giorno dopo è la festa di un Diacono. Queste  ricorrenze senza volerlo (in quel momento) saranno importanti nella nostra vita di famiglia.

Vi siete conosciuti da bambini, e sposati molto giovani e sicuramente avete iniziato subito l’avventura di genitori, come siete diventati famiglia numerosa?

Infatti, alla nostra disponibilità ad accogliere dei figli, il Signore ha avuto il coraggio di rispondere affidandocene sette! Che dire, non avevamo pensato mai al numero dei figli ma nello stesso tempo non abbiamo mai pensato di rispondere negativamente ad ogni “dono” che il Signore “ci inviava”!!
Così dal 1980 al 1994, sono arrivati Sara, Francesco, Anna, Elisabetta, Paolo, Stefania e Miriam.
Ad oggi dai nostri figli, tutti sposati, il Signore ci ha fatto dono di dodici nipoti: Azzurra, Alessandra, Giacomo, Angelica, Mattia, Chiara, Marta, Michela, Matilde, Nicola, William, Soleil.
Nel  2006 io sono stato ordinato Diacono Permanente e questo mi ha dato l’immensa gioia di celebrare il matrimonio di alcuni figli e il battesimo di alcuni nipoti.

Decisamente, siete cresciuti e vi siete moltiplicati, ma come avete conosciuto Anfn?

Nel marzo del 2005 “curiosando” nel sito creato da una famiglia umbra siamo venuti a conoscenza dell’Anfn e ci siamo subito iscritti. Da quel momento ci si è aperto un mondo che si, vivevamo come famiglia, ma non pensavamo che potesse essere così grande, variegato e per noi “attraente”. Dopo esserci iscritti e aver dato la disponibilità a fare qualcosa ci siamo sentiti come “sommersi” dall’accoglienza affettuosa e gioiosa di molte famiglie che già facevano parte di Anfn e che ci hanno fatto sentire la loro calda amicizia. Con molti di loro quest’amicizia ancora dura e …ne siamo felici!

Da quel primo momento, in cui abbiamo scoperto che eravamo la seconda famiglia iscritta nella nostra regione, siamo diventati prima coordinatori provinciali, poi coordinatori regionali ed ora da circa 3 anni consiglieri nazionali. Nel frattempo la  nostra regione è diventata la 1° in Italia per numero di famiglie iscritte, soprattutto in virtù del fatto che in quasi tutte le provincie sono attivi un servizio di distribuzione di frutta gratuito, un servizio di distribuzione di prodotti AGEA in collaborazione con il Banco Alimentare e con il Banco delle Opere di Carità, un servizio GAF per l’acquisto di prodotti, ad  un prezzo molto conveniente, insieme ad altre famiglie, ma soprattutto per la convenzione con una catena di supermercati attiva nella nostra regione, che offre ai possessori della nostra tessera uno sconto molto consistente.

Da ciò che raccontate, l’apertura e il servizio dimostrato all’interno della vostra famiglia lo avete declinato anche al di fuori, contribuendo al creare situazioni di sostegno e aiuto alle famiglie numerose della vostra zona. Cosa ne pensate di questa associazione?

Siamo contenti di questa associazione e la sentiamo come parte della nostra vita di famiglia, in quanto ci accompagna da quasi un ventennio. Penso che per descrivere quello che proviamo siano utili le parole di alcuni dei nostri figli durante la prima assemblea a Roma: ..babbo, mamma queste si che sono famiglie come la nostra!!!

Anfn è un’associazione che ama definirsi una “famiglia di famiglie” e direi che la frase dei vostri figli ben interpreta questa sensazione. Che cosa ha rappresentato per voi Anfn?

Questo impegno e servizio in Anfn ci ha dato la possibilità di incontrare e conoscere una moltitudine di famiglie con le quali siamo entrati in relazione e ci hanno dato la possibilità di ricevere  oltre che di dare qualcosa. Con molte di loro è nata un’amicizia di cui sicuramente non avremmo potuto godere se  non avessimo incontrato Anfn.

E ora uno sguardo al futuro. Che cosa, secondo voi, si può fare per sostenere nelle nuove generazioni l’apertura alla vita?

Noi siamo convinti che i nostri figli devono respirare in famiglia un profondo amore alla vita e ricevere una testimonianza sempre amorevole e gioiosa della vita matrimoniale. Solo in questo modo non avranno timore a scegliere il matrimonio come forma di vita e accogliere i figli come dono del Signore. Due scelte che, vissute in compagnia del Signore ed alla luce della sua Parola, faranno loro vivere in pienezza la grandezza e la bellezza della vita di sposi e poi di genitori.

Grazie Mariella e Giancarlo, per averci svelato qualcosa di voi e della vostra storia, e aver condiviso con noi i valori che vi hanno portato ad impegnarvi con decisione per questa nostra “famiglia di famiglie”.

Alfio Spitaleri