• it
Inps: Online la simulazione dell’importo dell’Assegno Unico

Inps: Online la simulazione dell’importo dell’Assegno Unico

934 views
Condividi

E’ stata pubblicata ieri 28 dicembre, ultima in ordine cronologico, dato il lungo lavoro di preparazione, auspichiamo più precisa di altre, la simulazione dell’Assegno Unico sul portale dell’Inps.
Nella simulazione è stata dimenticata la possibilità di “spuntare”, la prevista maggiorazione forfettaria da 100 euro al mese per i nuclei con quattro o più figli.
Come sottolineato dall’Inps stessa è bene ribadire che il risultato del simulatore dell’assegno unico è solamente indicativo, dal momento che per ottenere la prestazione occorre presentare relativa domanda e attendere l’esito dell’istruttoria della domanda stessa svolta dall’Inps che verifica le autodichiarazioni rese sulla base delle informazioni presenti nelle banche dati a disposizione dell’Istituto.

Dal 1 gennaio, sempre sul portale dell’Inps, sarà possibile presentare la domanda, utilizzando le proprie credenziali (SPID, CNS, CIE).

In realtà il 1 gennaio come data non è realista, non potendo essere già in possesso della dichiarazione Isee 2022.
Se si procede tramite CAF, occorre inoltre considerare il loro carico di lavoro, unitamente al fatto che l’assegno decorrerà dal mese successivo a quello di presentazione della domanda, ma che, a parte la decorrenza, l’Inps provvederà a riconoscere l’assegno entro 60 giorni dalla domanda.
In pratica – nel caso si operi tramite CAF e si riceva un appuntamento non proprio immediato – può accadere:
– che per la redazione della DSU si riceva un appuntamento presso il CAF – per ipotesi – a metà febbraio;
– l’attestazione Isee arriverà a fine febbraio (mediamente una settimana dopo);
– con l’attestazione Isee si può compilare ed inoltrare la domanda di AUU che decorrerà dal mese di marzo;
– l’Inps ha 60 giorni di tempo, dalla presentazione della domanda, per effettuare il riconoscimento dell’AUU (teoricamente ha tempo fino a fine aprile) per poi mettere in pagamento l’AUU.
Con questa situazione non è da escludere che l’effettivo accredito dell’AUU, ancorché comprensivo di arretrati, possa arrivare nei conti correnti delle famiglie nel mese di maggio, se non giugno….
Ma per i lavoratori dipendenti le buste paga a partire dal mese di marzo in poi saranno “dimagrite” di ANF e detrazioni per figli a carico … per davvero, non per finta.
In molte situazioni familiari si potrà generare un periodo di “ulteriore” precarietà economica.
Vorremmo pensare che questo non accadrà, ma in realtà i timori sono molti…

Collegamenti al portale dell’Inps:

Online la simulazione importo Assegno unico

Simulazione importo assegno mensile

di Spitaleri Alfio