• it
Arrivo dei coordinatori a Carovigno

Arrivo dei coordinatori a Carovigno

246 views
Condividi
Accoglienza al Resort e visita al Castello

Un pomeriggio piovoso, un grande parcheggio, siamo arrivati.
Dopo 15 anni in Anfn è l’ennesima volta che approdiamo ad un villaggio, campeggio, albergo, per l’incontro annuale con i coordinatori. 
Non facciamo in tempo a scendere dalla macchina che subito incrociamo gli sguardi di volti amici, sorridenti che ci corrono incontro e ci salutano. Hanno raggiunto Carovigno (Brindisi) da ogni dove d’Italia, e con i loro figli scendono dalle auto che sono state per tante ore teatro di canti, chiacchiere, giochi, mentre il papà o la mamma guidavano.
Le solite formalità alla Reception, del meraviglioso Riva Marina Resort che ci accoglie quest’anno, e poi si risale in macchina per raggiungere il Castello di Carovigno. I coordinatori Annamaria Brandi e Cosimo Marraffa si sono preoccupati di accogliere i colleghi delle altre regioni di Italia facendo assaporare loro un po’ di storia del territorio, accompagnata da una cura per la cultura e la salvaguardia dell’arte che ben rappresenta questo luogo.
Nella corte del Castello mano a mano che arrivano le famiglie vengono accolte dalla vice sindaco, signora Antonella Tateo che ci introduce alla storia del Castello Dentice di Frasso, presentandoci un gruppo di giovanissimi sbandieratori del Gruppo Rione Castello, che eseguono il loro spettacolo per noi, dimostrando di aver appreso con maestria quanto in questo paese si trasmette da secoli di generazione in generazione.
Veniamo poi affidati ad una guida esperta ed appassionata dell’Associazione Le Colonne che ci illustra storia e ambienti del Castello Dentice di Frasso, nel quale possiamo passeggiare assaggiando la “Puccia” gentile omaggio dei consiglieri Michele e Rita Resta Corrado, che ben rappresenta la realtà della famiglia numerosa, un’unico impasto di pane, riempito di tante olive denocciolate, gustoso ristoro in questo pomeriggio intenso, e che vuole essere augurio di “buon viaggio” per tutti noi in questa avventura associativa.