• it
Torino Comune amico della famiglia, si diffonde il network nazionale coordinato da...

Torino Comune amico della famiglia, si diffonde il network nazionale coordinato da Anfn

189 views
Condividi

E’ notizia del 22 febbraio 2022: Torino progetta aderire al Network dei  Comuni  amici  della Famiglia e di attivare politiche di sviluppo locale e di  welfare generativo a favore delle famiglie. Lo propone il gruppo consiliare Partito Democratico al Sindaco Stefano Lo Russo,  che  condivide  lo spirito del progetto.

Il network è promosso dalla Provincia autonoma di Trento, dal Comune di Alghero e dall’Associazione nazionale famiglie numerose.  Esso costituisce  una rete di oltre 100 Comuni che a livello nazionale intendono promuovere politiche per il benessere familiare sulla base del know-how sviluppato dalla Provincia autonoma di Trento.

La vice-sindaca Michela Favaro, con delega alle Politiche per le famiglie e conciliazione, è già pronta a intraprendere un percorso partecipato con istituzioni e società civile per la definizione di un Piano per le famiglie della Città.     “La Giunta procederà in tempi rapidissimi alla formalizzazione dell’adesione al Network con l’intenzione di dare subito avvio al successivo percorso di certificazione “Family in Italia” proposto dalla stessa agenzia trentina. Ci servirà per valorizzare le esperienze eccellenti già attive in Città come il Centro Relazioni e Famiglie o il Progetto Famiglie dei Servizi Educativi, e arricchire l’offerta di servizi coinvolgendo i colleghi degli assessorati con competenze sullo sport, la cultura, il turismo, i trasporti, il commercio, l’arredo urbano”.

E continua “Alle famiglie occorrono risposte a 360 gradi, dalle scontistiche per l’utilizzo dei mezzi di trasporto ad agevolazioni presso gli  impianti sportivi; servizi per la conciliazione diffusi sulla città e luoghi dove ottenere informazioni e orientamento alle opportunità a loro dedicate. Ma penseremo anche alle famiglie in visita a Torino affinché trovino iniziative e proposte allettanti. Inizieremo dall’ ascolto dei cittadini, del Terzo Settore, del commercio e delle imprese del  territorio  organizzando  degli  Stati  Generali delle famiglie. Vogliamo costruire un Piano Famiglie  condiviso,  fissare obiettivi concreti e su quelli valutare l’ efficacia della nostra azione”

Questa iniziativa rappresenta per la nostra Associazione un’occasione importante, sarà necessario avere la capacità di partecipare al tavolo di co-progettazione in modo propositivo e coerente per dare il nostro contributo alla diffusione del Network dei comuni amici della famiglia, mettendo a disposizione le nostre competenze per garantire una ricaduta, efficace e sostanziale, delle azioni previste sulla qualità della vita e il benessere delle famiglie torinesi.

Non solo, dopo Druento (TO) primo comune piemontese ad ottenere la certificazione “family in Italia”, si sta aprendo per la Regione Piemonte la concreta possibilità di estendere a tutto il territorio le buone prassi e gli impegni concreti a favore delle famiglie. Per Associazione Nazionale Famiglie Numerose, questo nuovo orizzonte, sarà fonte di un grande impegno, i nostri coordinatori nazionali del Network, Mauro Ledda e Filomena Cappiello dichiarano: “E’ un sogno che passo dopo passo, comune dopo comune sta diventando realtà. Con Torino si apre il fronte delle grandi città e questo a conferma che questo modello di pensiero si adatta alle grandi città come ai piccoli comuni.”