• it
Notte Bianca dei Bambini e delle Famiglie, a Perugia una grande festa

Notte Bianca dei Bambini e delle Famiglie, a Perugia una grande festa

63 views
Condividi

Un grande momento di festa, complice anche il meteo che si è rasserenato dopo giorni di precipitazioni intense, regalando una mezza giornata mite e piacevole, è stato quello vissuto da tante famiglie e bambini in centro a Perugia sabato 1 Ottobre con la Notte Bianca delle famiglie e dei bambini.

L’evento, realizzato su iniziativa del Comune di Perugia, in sinergia con i soggetti partner delle azioni sociali finanziate da Agenda urbana, ha previsto tanti momenti in varie zone del centro storico della città, tutti andati letteralmente “sold out”.

Oltre a piazza IV Novembre, sono state coinvolte via dei Priori, corso Vannucci e corso Cavour, e non è mancata la partecipazione del sindaco Andrea Romizi e quella dell’assessore alla famiglia e politiche sociali Edi Cicchi.

Gli appuntamenti della Notte Bianca delle famiglie

Ai piedi della cattedrale di San Lorenzo e della Fontana Maggiore hanno tenuto banco fino a sera gli spettacoli di bolle di sapone, le esibizioni di Magic Andrea, trampoliere e sputafuoco. Gettonatissimi anche i giochi di legno e i laboratori di creatività che hanno portato alla realizzazione di un maxi striscione con i disegni di bambini e genitori. Decine di libri sono stati regalati ai nati nell’ultimo anno dal Bibliobus, il colorato camper itinerante del sistema bibliotecario comunale che ha stazionato nella parte alta di corso Vannucci.

Transito continuo presso l’Isola di San Lorenzo, dove i più piccoli sono stati intrattenuti con laboratori creativi mentre numerosi genitori hanno approfittato per una visita alla Perugia Sotterranea.

I laboratori di Mogrè Ceramiche, MateriaCeramica e A Mano Libera in via dei Priori hanno coinvolto decine di piccoli “apprendisti”. Fila costante, dal pomeriggio alla sera, per partecipare alla visita alla Torre degli Sciri. In tanti non si sono lasciati sfuggire l’occasione del golf a San Francesco al Prato e delle visite con le “piccole guide” al Borgobello.

Le attività proposte al chiuso da Post, Museo archeologico nazionale dell’Umbria e Palazzo Baldeschi hanno registrato il pienone e anche la Galleria nazionale dell’Umbria ha accolto decine di famiglie. Piaciuti anche gli incontri propedeutici allo studio della chitarra e il concerto serale alla Sala dei Notari e lo spettacolo teatrale all’Oratorio di Santa Cecilia.

${mediaPreview,gallery:21884}$

Come spiega l’assessore Edi Cicchi, “l’evento è stata la sintesi di un intenso percorso finora fatto. Se le iniziative precedenti hanno chiamato a raccolta principalmente i residenti di alcuni quartieri periferici, in questo caso abbiamo voluto rivolgerci a tutta la città per far capire la forza dei valori di fondo che hanno ispirato le iniziative di Città Famiglia e di tutta l’attività di Agenda Urbana”.

La costruzione di “una grande festa che ha suscitato una grande partecipazione spontanea” è passata attraverso il coinvolgimento non solo dei partner del Comune per le azioni sociali di Agenda Urbana, ma anche di numerosi soggetti pubblici e privati, come Cariperugia Arte, Palazzo della Penna, Manu, Istituto Giordano Bruno, Isola di San Lorenzo, associazione Priori, associazione Borgobello e Saba per gli sconti accordati in alcuni parcheggi”. A dare la misura del risultato raggiunto è stata soprattutto “la gioia delle famiglie per aver scoperto un format finalmente pensato per loro”.

Un lavoro di squadra

L’assessore ha rivolto un ringraziamento speciale “ai partner del Comune in Agenda Urbana (Acli, Consorzio Auriga, Associazione Nazionale Famiglie Numerose e Cooperativa Borgorete), quindi a tutti gli operatori di Città Famiglia, dei Servizi educativi territoriali e di Innovazione sociale, ai portieri di quartiere, ai partner istituzionali, a quanti si sono aggregati a noi in questo cammino, agli Uffici della cittadinanza e all’assessorato alla cultura. Grazie alle sinergie che si sono create Perugia ha dimostrato di essere adatta ai bambini di tutte le età, da 0 a 99 anni. Ogni realtà coinvolta è stata fondamentale per la riuscita della Notte bianca, che vorremmo replicare e trasformare in un appuntamento fisso per tanti nostri piccoli cittadini e per le loro famiglie”.

E le azioni sociali di Agenda urbana, giunte alla fase conclusiva, non finiscono qui. In programma altri otto appuntamenti nei quartieri di Madonna Alta, Ponte della Pietra e Fontivegge.

In particolare a Madonna Alta, con tutti i gestori di Agenda urbana e in collaborazione con le organizzazioni di quartiere, si prevede “Madonna Alta in Festa” con due eventi: il 15 ottobre presso il Family e Community Hub la castagnata per salutare l’arrivo dell’autunno e il 22 al Parco Chico Mendez cioccolata calda per tutti.