• it
Il pomeriggio in assemblea

Il pomeriggio in assemblea

7
Condividi

Andrea Bernardini e Maria Cristina Maculan, con Sara Aquino iniziano a moderare il convegno pomeridiano a carattere internazionale. 

Apre i lavori pomeridiani Lia Montalti Consigliere regionale dell’Emilia Romagna, che specifica l’impegno della regione nel mettere al centro del welfare bambini e ragazzi, quindi la famiglia, attraverso l’inserimento del principio del fattore famiglia per modulare rette e tariffe a seconda dei componenti del nucleo famigliare. 

Subito dopo nell’angolo del The, Sara Aquino accoglie Linda Pisani autrice del libro “Big Family” che ci racconta la sua esperienza di incontro con le famiglie numerose (lei è mamma di una figlia) e del suo entusiasmo nello scrivere il libro che oggi è venuta a presentarci.

Quanto è impattante la qualità delle relazione familiari con la realtà lavorativa? Beatriz de Araujo Vitoria studentessa portoghese di psicologia clinica ha fatto una ricerca per il suo Master, intervistando 100 persone divise in due gruppi, il primo di persone cresciute con fratelli e il secondo di figli unici. Una ricerca esplorativa, che ha voluto analizzare soprattutto competenze esperienziali, empatia, capacità di lavorare in gruppo, flessibilità, resilienza, disponibilità, leadership e multitasking, la differenza più grande, nei risultati ha riguardato il multitasking… per verificare la relazione tra qualità di vita familiare e qualità di vita sul lavoro delle persone. 

Presente anche Raul Sanchez, segretario generale dell’ELFAC, che ha analizzato la situazione demografica/familiare europea attuale, guidandoci nella riflessione su globalizzazione, comunicazione, trasporti, delocalizzazione… in un mondo dove diventare indipendenti, avere la propria casa è quasi diventato impossibile, quanto le cifre dei mutui che legano le giovani coppie, portandole a dover dire spesso riguardo al mettere al mondo dei figli: “quando potevo, non volevo, quando volevo, non potevo…”

Ignacio Socias, direttore comunicazione International Institute for family development (IFFD) è intervenuto in questo pomeriggio internazionale annunciando che l’ONU nutre un nuovo interesse per la famiglia,  e molti degli interventi previsti nel piano 2020/30 riguardano la famiglia, il riconoscimento del lavoro di cura e domestico e la promozione delle responsabilità condivise. Tutto ciò a fronte di un calo delle nascite significativo a livello globale.

Lazlo Marki, presidente onorario ELFAC, ex presidente dell’associazione famiglie numerose ungheresi, insiste sul ruolo della famiglia numerosa nella società: un buon futuro può essere pensato solamente se abbiamo generazioni che sanno essere solidali, responsabili, siano capaci di condividere, dirigere, gestire conflitti ecc. Per questo le famiglie numerose sono un segno di fiducia nel futuro. 

Ricorda l’oppressione vissuta nel suo paese nel secolo scorso e come la famiglia è stato baluardo di resistenza contro la dittatura,  e specifica come la stessa oppressione oggi la vivono le famiglie che si aprono alla vita, schiacciate dalla dittatura della società del consumo. Il suo messaggio finale: giocate con i vostri figli, è una cosa importantissima per lo sviluppo della personalità, confermato da studi importanti. 

Regina Florio, presidente confederazione associazioni famiglie numerose europee ELFAC,  conclude il pomeriggio affermando di avere imparato molto dalle relazioni ascoltate, nonostante siano anni ormai che tratta il tema famiglia sia in Italia che all’Estero. I contenuti erano importanti e i confronti sono stati esaustivi, soprattutto, si è avviata la ricerca per validare ciò che nelle nostre famiglie si vive come realtà quotidiana. 

“E’ stata la giornata dell’orgoglio, il fatto di essere un pò rivoluzionari si è dimostrata la scelta giusta. Le relazioni che si sviluppano nelle nostre famiglie sono forti, valgono e creano sviluppo, formano il futuro. “

Giuseppe Butturini saluta le famiglie, sottolineando l’importanza dell’evento odierno, a carattere nazionale e internazionale, ringrazia tutti coloro che sono intervenuti e si compiace del comune intento di sostenere la famiglia nel mondo. Il viaggio della consapevolezza è iniziato…. 

La maestria dei moderatori ha fatto si che l’intero pomeriggio sia trascorso con leggerezza nonostante l’importanza dei contenuti proposti. 

Gli atti del convegno verranno pubblicati in seguito. 

Emanuela