• it
Giovani animatori crescono. “Sono una forza della natura”

Giovani animatori crescono. “Sono una forza della natura”

104 views
Condividi

Molti figli cresciuti nelle famiglie numerose sognano di formare, un giorno, loro stessi, una grande famiglia. Per il vero il desiderio di far famiglia e di mettere al mondo almeno due o tre figli alberga in molti giovanissimi. E però un po’ tutte le indagini sociologiche arrivano alla conclusione che il numero dei figli desiderati si rivela, alla prova dei fatti, assai maggiore rispetto a quelli che poi saranno effettivamente portati alla luce. Dati che hanno animato il talk «Il mondo visto dai giovani cresciuti nelle famiglie numerose» che Andrea Bernardini e Valentina Ranalli stanno presentando nella prima serata dell’incontro nazionale dei coordinatori. Il presidente nazionale Alfredo Caltabiano ha parlato della paura e delle difficoltà di molti giovani a metter su famiglia. Motivata anche dal fatto che la nascita di uno o più figli è una delle maggiori cause di povertà in Italia.

Durante l’incontro le coppie coordinatrici hanno affidato i loro figli ai fratelli più grandi, coinvolti nel ruolo di animatori. Un servizio prezioso, il loro.

Nel mese di luglio lo stesso hotel Angelica a Nocera Umbra ha ospitato l’incontro formativo annuale promosso da Anfn. Tema del percorso formativo: Ani(a)mare, le strategie giuste del buon animatore.

Del team degli adulti faceva parte anche la psicologa Elena Pergola, ospite del talk: «Sono stata onorata – ha confessato alle famiglie coordinatrici presenti – di far parte del team dell’animazione. Durante il percorso formativo ho avuto la possibilità di toccare con mano la forza creativa che hanno i nostri ragazzi.  Non si sono tirati indietro di fronte ad ogni attività proposta, hanno saputo fare gruppo, collaborare e cooperare tra loro e con noi adulti. Sono la forza propulsiva della nostra società, della nostra realtà… ma non vanno lasciati soli perché danno il meglio di loro quando sanno di avere qualcuno disposto a sostenere, spronare, pungolare …  così trovano il coraggio di fare un salto per la loro esistenza… e se sperimentano la bellezza delle relazioni, così come ho visto questa estate, se vedono l’entusiasmo e la gioia di adulti pieni, sono certa che sapranno prendere il testimone e portare avanti quello che per loro è stato di ispirazione».