• it
Garabandal: solo Dio lo sa!

Garabandal: solo Dio lo sa!

391 views
Condividi

Pochi giorni fa, in anteprima nazionale, è stato presentato su YouTube (e non al cinema, per via del Covid-19), il film “Garabandal, solo Dio lo sa“, che parla di alcuni eccezionali fatti accaduti negli anni ’60, in un paesino di circa 300 abitanti del Nord della Spagna, appunto San Sebastián de Garabandal.

La storia, scaricabile tramite il link https://youtu.be/xJfL1lQ6Cys, ci è stata evidenziata da un nostro associato siciliano, Marco Faillaci, ed è interessante da tanti punti di vista. Riporta ad usi e costumi antichi di paese, ad atmosfere agresti che già da sole riconciliano e ristorano gli animi. Ma la cosa più importante del docufilm è il suo pregio di scuotere le coscienze, di bloccare il respiro e di aprire i polmoni verso un’aria pura, l’impalpabile aria del Cielo che emoziona e commuove, e al mistero di una “mamma” che da secoli, pazientemente, parla alle sue creature per convertirle.

Nel film (che riprende una storia vera), precisamente il 18 giugno 1961, quattro bambine, fra i 10 e i 12 anni d’età – Conchita, Jacinta, Mari Loli e Mari Cruz – affermano infatti d’aver avuto un’apparizione. “Un bambino” riferirono, a quanti chiedevano con scetticismo e il ghigno beffardo sulle labbra. “Ma non un semplice bambino; un bambino forte”, dicevano le bambine, serie e composte (l’Arcangelo San Michele).

Alcuni giorni dopo, il 2 luglio 1961, le stesse riceveranno poi la prima visita della Madonna del Carmelo, a cui seguiranno più di duemila altri incontri e dialoghi, avvenuti nella gioia, nella totale fiducia. Fra i messaggi che la Madonna disse di rendere pubblici: «È necessario fare molti sacrifici, molta penitenza, visitare spesso il Santissimo Sacramento, ma prima di tutto bisogna essere molto buoni. E se non lo faremo vi sarà per noi un castigo…».

La gente comincerà a seguire le giovani fanciulle, a notare come queste restassero rigide e felici durante le estasi. Erano, d’altronde, davvero piccole, e si comportavano da grandi col crocifisso in mano da far baciare, con naturalezza. Avvenivano, nel frattempo, guarigioni, riappacificazioni fra coniugi, preti che tornavano a credere con più forza al ministero intrapreso. Ma mentre il parroco del paese, don Valentín, e il brigadiere della Guardia Civile, Juan Álvarez Seco, si lasceranno coinvolgere da questa realtà, sentendola vera, la gerarchia ecclesiastica restava perplessa. Ed ancora oggi, infatti, Garabandal resta luogo ed evento che fa discutere.

Giovanni Paolo II, riguardo a questa esperienza ebbe però a dire: «Possa il messaggio della Madre di Dio di Garabandal essere accolto nei cuori prima che sia troppo tardi».
Per maggiori informazioni su «Garabandal, solo Dio lo sa» potete visitare il sito web ufficiale www.filmgarabandal.com.
Buona visione e buona continuazione d’estate!

di Patrizia Carollo