• it
Bonus Trasporti: il “Click Day” di Ottobre offre una nuova chance

Bonus Trasporti: il “Click Day” di Ottobre offre una nuova chance

353 views
Condividi

Dopo il notevole successo del “click day” di Settembre, migliaia di cittadini attendono l’1 Ottobre, data in cui potranno richiedere nuovamente un contributo economico, noto come bonus trasporti, per aiutare a coprire i costi degli abbonamenti ai trasporti pubblici.

Questo incentivo, introdotto nel 2022 e rinnovato nonostante le previsioni iniziali di conclusione ad agosto 2023, si presenta come una boccata d’aria per chi ha avuto difficoltà economiche nell’anno precedente e per tutti coloro che affidano i propri spostamenti al trasporto pubblico.

Caratteristiche e Dettagli del Bonus Trasporti

Valore e Ambito d’Utilizzo: Il bonus trasporti offre un contributo economico fino a 60 euro. Questa somma può essere utilizzata per acquistare abbonamenti di trasporto pubblico su diversi livelli: locale, regionale, interregionale e nazionale. Un fattore cruciale è che se il costo dell’abbonamento è inferiore al valore del bonus, la differenza non può essere recuperata o spesa in altro modo. Ad esempio, se un abbonamento mensile costa solo 30 euro, la rimanenza del bonus non verrà utilizzata, come accade spesso per gli studenti.

Requisiti di Reddito: Una delle condizioni fondamentali per poter accedere a questo bonus è legata al reddito. Chi desidera richiederlo non deve avere avuto nel 2022 un reddito superiore ai 20.000 euro. Questa misura è stata pensata principalmente per sostenere chi ha avuto maggiori difficoltà economiche nell’anno precedente e ha bisogno di assistenza. Per i giovani, è rilevante sottolineare che, nel caso in cui un genitore intenda richiedere il bonus per un figlio minore, sarà preso in considerazione il reddito del minore e non quello del genitore.

Procedure di Richiesta: Per richiedere il bonus trasporti, gli interessati devono possedere o lo Spid o la Carta d’Identità Elettronica (Cie). Questi due strumenti, divenuti ormai familiari alla maggior parte dei cittadini italiani, sono essenziali per facilitare e velocizzare le procedure burocratiche online.

Dal Passato al Futuro del Bonus Trasporti

Il Decreto Aiuti del 2022 ha introdotto questo incentivo, e nonostante le risorse previste fossero inizialmente esaurite ad agosto 2023, la rinascita è avvenuta il 1° Settembre. Questo grazie ai fondi residui dei mesi precedenti, una dimostrazione di quanto sia stata apprezzata e sfruttata l’iniziativa per risparmiare sui costi dei trasporti. A Settembre, in particolare, sono stati assegnati oltre 24.000 bonus, terminando i fondi residui del mese di Agosto. Questi fondi, vale la pena sottolinearlo, ammontavano a ben 1.395.915 euro.

Il fatto che non tutti spendano interamente il bonus ha portato a fondi residui non spesi. Questa somma, accumulata mese dopo mese, rappresenta una riserva preziosa per i mesi successivi. Questo fenomeno ci fa prevedere un altro “click day” a Novembre, con la probabilità che vengano utilizzati i fondi residui dell’Ottobre.

Il bonus trasporti si è rivelato un valido supporto per i cittadini e un successo per l’ente erogatore. Nonostante alcune sfide, come l’esaurimento dei fondi e la necessità di rifinanziamento, ha dimostrato di essere una misura flessibile e adattabile alle esigenze della popolazione. Con l’arrivo di un nuovo “click day” ad Ottobre, e probabilmente un altro a Novembre, l’attesa dei cittadini è palpabile. La speranza è che in futuro, con un occhio di riguardo all’energia e alla sostenibilità, iniziative simili possano continuare a supportare chi ne ha più bisogno.

Fonte: Studio ProntoBolletta