• it
Bonus Spesa 2023: come fare per ottenerlo

Bonus Spesa 2023: come fare per ottenerlo

1.211 views
Condividi

Dopo il Bonus Condizionatore, e il Bonus Frigorifero, arriva in Italia il Bonus Spesa 2023. Stimati 500 milioni di euro in contributi economico finanziari dalla nuova Legge di Bilancio, che da Luglio andranno ad aiutare 1,3 milioni di nuclei familiari.

Che cos’e`il Bonus Spesa?

All’esponenziale aumento dell’inflazione, del costo delle utenze di luce e gas e dei beni di prima necessità, lo Stato Italiano risponde con l’introduzione del Bonus Spesa. Ma di cosa si tratta?

Questo Bonus è un vero e proprio contributo economico che sarà trasferito a determinati nuclei familiari sotto forma di carta acquisti, nello specifico postepay. L’ammontare di contributo presente in ogni postepay sarà di 382,5 euro e sarà spendibile dai possessori unicamente in beni alimentari di prima necessità, ad esclusione di ogni tipologia di  bevande alcoliche. Risulterà spendibile in tutti gli esercizi commerciali che vendono beni alimentari aderenti alla convenzione con il Ministero dell’Agricoltura.

Ad oggi il decreto prevede l’assegnazione di un singolo contributo per nucleo familiare. Questo, però, potrebbe subire un incremento ad Ottobre 2023, a seguito di un monitoraggio delle Poste Italiane sulla totalità carte attivate, l’ammontare speso e l’ammontare rimanente.

Come faccio a sapere se posso riscuoterlo?

Per riscuotere questo Bonus è necessario possedere determinati requisiti. Primo tra questi che i cittadini appartenenti al nucleo familiare siano residenti in Italia, regolarmente iscritti all’anagrafe comunale e in possesso di una certificazione ISEE. Questo bonus, inoltre, spetta a nuclei familiari con non meno di tre componenti che presentano un ISEE inferiore a 15 000 euro all’anno.

All’interno del decreto attuativo è presente anche una scala di priorità. Il Bonus spetterà prioritariamente a:

  • Famiglie composte da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2009;

  • Famiglie composte da non meno di tre componenti, di cui almeno uno nato entro il 31 dicembre 2005;

  • Famiglie composte da non meno di tre componenti.

Tra i criteri di assegnazione appena citati, prevale sempre tra tutti la famiglia con ISEE più basso.

 Questo bonus non è percepibile da coloro che risultano essere titolari di:

  • Reddito di cittadinanza;

  • Reddito di inclusione;

  • Indennità di mobilità;

  • Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego (NAPSI);

  • Fondi di solidarietà per l’integrazione del reddito;

  • Cassa integrazione guadagni (CIG);

  • Indennità mensile di disoccupazione per i collaboratori (DISS-COLL);

  • Qualsiasi forma di sostegno o integrazione salariale erogata dallo Stato.

Come fare per ottenerlo e come funziona

Per poter beneficiare di questo Bonus non c’è nessuna domanda da fare o modulo da compilare. I nuclei familiari aventi diritto alla carta acquisti saranno contattati direttamente dal Comune di residenza, con le istruzioni relative al ritiro della Postepay.

Le tempistiche e le modalità sono le seguenti, come comunicato dall’INPS in un messaggio sul sito ufficiale:

11 giugno: entro questa data l’INPS metterà a disposizione dei Comuni di tutt’Italia la lista completa dei beneficiari, secondo l’ordine prioritario;

26 giugno. è questa la scadenza che hanno i Comuni nel dare conferma della lista precedentemente presentata;

10 giorni dalle conferme: l’INPS trasmette la lista ufficiale a Poste Italiane, affinché le carte acquisto possano essere elaborate;

4 giorni dal resoconto di Poste Italiane: i Comuni ricevono dall’INPS il numero identificativo delle carte, da comunicare successivamente alle famiglie.

Le carte acquisti sono carte nominative e saranno operative a partire da Luglio 2023. Per poter utilizzare la somma contenuta al loro interno, è necessario effettuare un primo pagamento entro il 15 Settembre 2023. Questo le renderà fruibili fino a scadenza, al momento non ancora fissata.

Fonte: https://energia-luce.it/news/bonusspesa/