• it
Zone terremotate: domanda di contributo per danni lievi

Zone terremotate: domanda di contributo per danni lievi

312
Condividi

Vi segnalo questa informazione che potrebbe interessare alle famiglie numerose che hanno eventualmente subito danni dal terremoto, la scadenza per presentare la domanda di contributo per danni lievi a pena di inammissibilità è brevissima, 14 febbraio 2017.

PER QUALSIASI ULTERIORE CHIARIMENTO SONO A DISPOSIZIONE.
Enrico Reale
associato Anfn
enrico.reale@gmail.com
Cell: 3355945071

Riparazione veloce con asseverazione del professionista (art. 9 DL 205 del 2016 e art. 8 DL189 del 2016)

I privati possono ripristinare immediatamente l’agibilità degli edifici che hanno subito lievi danni, presentando non solo un progetto, ma anche un’asseverazione di un professionista abilitato che documenti il legame di causa-effetto tra il sisma e il danno che si è verificato. Ciò si applica agli immobili che, in seguito ai terremoti susseguitisi dal 24 agosto, abbiano riportato danni lievi, pur essendo classificati come non agibili dalla scheda AeDES (esito B). E si applica anche agli immobili dichiarati non utilizzabili secondo procedure speditive disciplinate da ordinanza di protezione civile e che necessitano soltanto di interventi di immediata riparazione.

Ordinanza del commissario per la ricostruzione n° 8 del 14 dicembre 2016 art. 6 comma 3.

Nel termine di sessanta giorni dalla pubblicazione della presente ordinanza, il soggetto interessato deposita all’Ufficio speciale territorialmente competente la domanda di contributo corredata dalla documentazione necessaria ai sensi dell’articolo 12, comma 1, del decreto legge n. 189 del 2016, ove già non allegata alla comunicazione di inizio lavori. Entro il medesimo termine, possono altresì presentare domanda di contributo, con le medesime modalità, anche i soggetti che non abbiano già comunicato l’avvio dei lavori.