• it
“Ricordami di non smettere di sognare”

“Ricordami di non smettere di sognare”

444
Condividi

Silvia, una storia vera. Giulietta civetta, una storia per capire meglio la realtà

La presentazione del libro si terrà domenica 14 dicembre alle ore 16 a Villa Pecori Giraldi a Borgo San Lorenzo

Già nella dedica si capisce che non è il solito libro di fiabe. Quello che verrà presentato domenica 14 Dicembre a Villa Pecori è un libro dalla doppia faccia e guarda caso proprio di facce si parla.
E’ l’ultimo libro di Serena Pinzani, la giornalista e scrittrice mugellana autrice di raccolte di fiabe e di volumi di storia e folclore locale, e si intitola “Ricordami di non smettere di sognare”.
Cosa unisce la faccia al sogno? In realtà sarebbe meglio dire chi.

E’ Silvia, una bambina mugellana che è nata con la terribile Sindrome di Phace. Ma nonostante la malattia e nonostante che i medici le avessero dato scarse possibilità di vita Silvia è qui, con la sua voglia di vivere, con il suo sorriso, la sua curiosità. Ed i suoi sogni.
“Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni” diceva Shakespeare, il grande drammaturgo seicentesco. E a chi non capita mai di sognare ad occhi aperti, di inseguire un sogno per tutta la vita.
Questo libro ripercorre la storia di Silvia, come in un romanzo perché, per dirla con le parole di Polster, ogni vita merita un romanzo. La storia di Silvia e il suo sogno, quello di essere come tutti i bambini e proprio a loro è dedicata una delle due facce del volume, la storia di Civetta Giulietta. “Ricordami di non smettere di sognare” dice la piccola Civetta Giulietta all’albero dell’Armonia.
La Sindrome di Phace è una malattia che davvero non guarda in faccia nessuno, deturpa i lineamenti e influisce pesantemente sullo sviluppo motorio e cognitivo. Maria Assunta e Natale, i suoi genitori, non se ne sono curati e con un grande gesto d’amore hanno accolto Silvia nella loro famiglia cercando di aiutarla e curarla. Silvia ha una gran voglia di vivere, una grande gioia nel cuore e tutte le volte che si sottopone ad uno dei difficili interventi chirurgici ritrova un po’ di speranza e continua a sognare. Non ha mai smesso.

Il libro della giornalista e scrittrice mugellana ricostruisce la storia di questa bambina e lo fa per dire grazie a tutti coloro, e sono tanti, che sono stati vicini alla famiglia, che si sono dati da fare per aiutarli economicamente e moralmente. Un’iniziativa presa con il cuore, grazie al sostegno di Parigi&oltre editore, di Giunti Industrie grafiche, di Enel e con il patrocinio del comune di Borgo San Lorenzo. Il libro, che si arricchisce anche delle illustrazioni di Marta Manetti e della direzione artistica di Matteo Lucii, è un viaggio a ritroso nel tempo per cercare di guardare al futuro con ottimismo e semplicità. E’ la storia di un attaccamento incredibile alla vita, di tanto sentimento ma anche di tante difficoltà.

Per saperne di più e per conoscere la storia di questa bambina speciale è prevista una presentazione al pubblico domenica 14 dicembre alle ore 16 a Villa Pecori Giraldi a Borgo. Interveranno il Sindaco di Borgo Paolo Omoboni, l’assessore alla cultura Cristina Becchi, la famiglia di Silvia, Marta Manetti e l’autrice Serena Pinzani. Condurrà la serata la giornalista televisiva Paola Leoni con la partecipazione straordinaria del Coro della scuola media “G. della Casa” di Borgo San Lorenzo diretto dalla Prof.ssa Marilisa Cantini.

Trovate la loro storia in questi due articoli:

Domenica 1 settembre a Montevarchi l’assegnazione del premio «Due cuori e una tribù»

IL GRAZIE DI MARIASSUNTA E NATALE: “IL NOSTRO, UN PREMIO PER OGNI FAMIGLIA

Scarica allegati:
invito libro Storia di Silvia.pdf